28, Novembre, 2022

Dato il successo della mostra “Masaccio e Angelico”, organizzate visite guidate, incontri ed eventi

Più lette

In Vetrina

In occasione di “Masaccio e Angelico”, il Comune sangiovannese ha organizzato anche visite guidate, incontri ed eventi per approfondire la mostra. Programma ricco di appuntamenti, che inizierà sabato 5 novembre, alle 18,30, con “Pupille. Ci feriscono gli occhi se ci guardiamo” a Casa Masaccio.

 

Un cartellone ricco di appuntamenti legati alla mostra “Masaccio e Angelico. Dialogo sulla verità della pittura”, organizzata nell’ambito di “Terre degli Uffizi” in collaborazione con la Galleria degli Uffizi e la Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Dato il riscontro positivo della mostra, il Comune ha pensato di organizzare una serie di attività collaterali di alto livello col fine di valorizzare ancora di più la mostra stessa. Visite più fruibili per ragazzi e adulti, approfondire i temi della mostra come l’impianto scientifico, collocare la mostra nel contesto storico-artistico di San Giovanni. Partendo da Masaccio e Angelico si arriverà fino ai giorni nostri, sottolineando la vocazione di Casa Masaccio anche per l’arte contemporanea. Verranno affrontati temi come la tutela del patrimonio artistico italiano quindi la parentesi nazista e l’intervento pubblico, tenuto a San Giovanni, di Umberto Eco, che nel 1968 con “Arte e provocazione” reagì alla varie polemiche scatenate nella sesta edizione del Premio Masaccio. Un programma che vedrà protagonisti da Masaccio a Jimi Hendrix a Wikipedro, presente domenica 20 novembre. La premiazione del concorso “Questione di sguardi” concluderà gli appuntamenti.

Valentina Vadi, Sindaco di San Giovanni Valdarno: “Ricco cartellone di iniziativa collaterale alla mostra Masaccio e Angelico. Gli appuntamenti sono numerosi e si svolgeranno fra novembre, dicembre e gennaio. Siamo particolarmente orgogliosi di come sta procedendo la mostra, del riscontro del pubblico con visite importanti da tutta la Toscana, stanno iniziando anche le scuole. Queste attività collaterali serviranno, infatti, ad approfondire il progetto scientifico e storico artistico dell’esposizione”.

Fabio Franchi, Assessore alla cultura San Giovanni: “Nel predisporre attività collaterali alla mostra che servono per approfondire abbiamo guardato alla particolarità della stessa e quella del contesto in cui si inserisce. Mostra di due grandi autori, Masaccio e Beato Angelico, che sono legati al territorio quindi anche la storia di San Giovanni stessa. Visite guidate, incontri con i curatori delle mostre e con i direttori. Un ciclo di conferenze che costruisce la cornice storica, ma anche particolari momenti artistici significativi per San Giovanni. Si parte quindi da Masaccio e si arriva anche alla presenza a San Giovanni di Umberto Eco nel 1968 per difendere nel convegno “Arte e provocazione” delle scelte artistiche di alcuni partecipanti al Premio Masaccio dello stesso anno. Inedito che è presente nel catalogo. Inoltre, avremo varie iniziative come quella musicale-artistica fra Masaccio e Jimi Hendrix, oppure le tecnologie più avanzate nell’arte fino alla presenza di Wikipedro che verrà a raccontare a modo suo la mostra. La rassegna chiude con la premiazione del concorso “Questione di sguardi”, iniziativa legata alla scuola”.

 

Daniela Guidi, mediazione dell’Associazione Mus.e: “Si parte con le visite della mostra aperta a tutti, è un programma molto ricco che vede coinvolti molti cittadini. Ci siamo proposti come obiettivo coinvolgere tutta la cittadinanza, quindi abbiamo coinvolto i giovani ma anche gli adulti, proponendo delle visite mirate. Ci sono anche conferenze ad hoc, degli eventi teatralizzate per ampliare il più possibile il bacino dell’utenza”.

 

Articoli correlati