28, Settembre, 2021

“Dante O Tosco” il ciclo di eventi per celebrare il 700esimo anniversario della morte di Dante Alighieri

spot_img

Più lette

Venerdì 30 luglio si svolgerà il prossimo spettacolo che si inserisce nel ciclo di quattro appuntamenti dell’estate sangiovannese 2021 per le celebrazioni “Dante O Tosco”, istituite dalla Regione Toscana per il 700esimo anniversario della morte di Dante Alighieri. Nell’anno in cui cade il 700esimo anniversario dalla morte del Sommo Poeta, la Regione Toscana ha deciso di organizzare una serie di iniziative per celebrare la sua figura e la sua “toscanità”.

“Nel ricco e variegato programma dell’estate 2021 di San Giovanni Valdarno – commenta l’assessore alla cultura Fabio Franchi – non poteva mancare un doveroso e sentito omaggio al Sommo Poeta. Un omaggio che per l’estate abbiamo voluto celebrare con quattro appuntamenti consecutivi, a lui dedicati. Quattro eventi di assoluta qualità che, tra musica e teatro, con le musiche di Liszt e l’interpretazione della “selva oscura” del Quartetto Chagall, con le voci di Giorgio Colangeli e Lella Costa, celebreranno Dante Alighieri e la Divina Commedia. Una rassegna, quindi, che si inserisce nel più ampio programma dell’estate sangiovannese e lo rende ancora più autorevole”.

Si inizia venerdì 30 luglio alle 21,15. In piazza Cesare Battisti ci sarà lo spettacolo “Franz Litz: sinfonia Dante”, all’interno del Valdarno Piano Festival. Un concerto per due pianoforti e voce recitante, a cura dell’Accademia Musicale Valdarnese. Gli interpreti saranno Valentina Messa e Dario Bonucelli al pianoforte, insieme all’attore Ciro Gallorano. La Sinfonia Dante per 2 pianoforti è una trascrizione originale dell’omonima composizione orchestrale, fatta dallo stesso Liszt. Estremamente virtuosistica, riesce bene a ricreare le sonorità orchestrali. Importante anche la presenza dell’attore Ciro Gallorano che curerà le letture di brani scelti dalla Divina Commedia.

Il 3 agosto, in piazza Cesare Battisti, anziché in piazza Masaccio come precedentemente comunicato, nell’ambito del Festival Orientoccidente si svolgerà lo spettacolo “E quindi uscimmo a riveder le stelle” con l’attore Giorgio Colangeli che recita i primi sei canti del purgatorioaccompagnato da Tommaso Cuneo alla chitarra e mandolino. Le sei cantiche che vengono presentate nello spettacolo si incontrano con le incursioni musicali di Tommaso Cuneo che vanno dal repertorio per chitarra classica ad atmosfere vicine al blues e al jazz, cercando di fare da sottofondo alla poesia dantesca, ma anche di trarne ispirazione.

La sera del 6 agosto in piazza Masaccio l’appuntamento è con il Quartetto d’archi Chagall e la loro interpretazione di “Comedia: in una selva oscura”. Nasce con l’intento di far conoscere la passione di Dante per la musica. Comedìa non è un concerto, ma un vero e proprio spettacolo teatrale in cui il testo poetico, la scena, le immagini, la recitazione e, ovviamente, la musica si amalgamano, risultando tutti protagonisti. La multivisione – originale, realizzata appositamente per lo spettacolo – prevederà un insieme di effetti astratti e immagini anche d’epoca, con giochi di luci e texture.

Ultimo spettacolo domenica 8 agosto con protagonista Lella Costa. Andrà in scena “Intelletto d’amore. Dante e le donne” scritto da Gabriele Vacis con la regia di Gabriele Vacis e produzione affidata a Mismaonda in collaborazione con la Radio Svizzera italiana. Il racconto scritto da Gabriele Vacis e Lella Costa sceglie alcune tra le donne di Dante e le fa parlare direttamente al pubblico, in modo confidenziale, da prospettive insolite.

Gli appuntamenti del 30 luglio e del 3 e 6 agosto sono ad ingresso gratuito con prenotazione consigliata alla Pro Loco di San Giovanni Valdarno in piazza Cavour 3. L’evento di domenica 8 agosto del Teatro Estate Sgv avrà un biglietto dal costo di 12 euro quello intero e 10 per il ridotto:prevendita attraverso il circuito box office e tramite la Pro loco di San Giovanni Valdarno.

Articoli correlati