10, Agosto, 2022

Celebrazioni del massacro del 4 luglio 1944: “L’urlo della memoria 2022” a 78 anni dalla tragedia

Più lette

In Vetrina

L’urlo della memoria è il titolo che il Comune di Cavriglia ha dato alle celebrazioni del ricordo delle vittime degli eccidi nazifascisti perpetrati nel comune il 4 luglio 1944. Due giorni di celebrazioni, il 3 e il 4 luglio, che si apriranno con l’inaugurazioni delle sculture del Simposio Pietra Sublime.

 

“La Memoria è tra le basi dei valori della Comunità di Cavriglia.”- hanno affermato il Sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni e l’assessore alla memoria Filippo Boni -“Non rinunceremo mai a ricordare coloro che persero la vita per la barbarie nazifascista che azzerò la popolazione maschi le di questi luoghi. Siamo pronti, come ogni anno, ad onorare i nostri morti e come sempre voglia mo trasmettere alle nuove generazioni il forte significato di quel periodo. Raccontiamo ai giovani cosa è accaduto, perchè domani toccherà a loro svolgere il ruolo dei narratori.”

La serie dei terribili massacri messi in atto dall’Unità Hermann Goering della Wehrmacht a Castel nuovo dei Sabbioni, Meleto Valdarno, San Martino, Massa Sabbioni e Le Matole anche quest’anno è al centro delle celebrazioni solenni create dall’Amministrazione Comunale.  Il programma si aprirà il 3 luglio alle 20.00 con la cena conviviale dedicata ai vecchi e nuovi abitan ti della Valle delle Miniere, seguita dall’inaugurazione del murale restaurato e dotato di nuova illu minazione di Venturino Venturi, oltre che delle opere della terza edizione del Simposio Internazio nale di Scultura Monumentale “Pietra Sublime” che sono state realizzate nella strada di accesso al Borgo di Castelnuovo d’Avane con un impatto visivo meraviglioso.

L’indomani, lunedi 4 luglio, dopo la messa delle 8.30 presso il Monumento ai Caduti di Meleto Valdamo, le celebrazioni solenni proseguiranno alle 10.00 con la Santa Messa presso il Sacrario ai Caduti di Castelnuovo d’Avane, celebrata da S.E. Mario Meini, Vescovo di Fiesole. Dopo la cerimonia religiosa, interverranno il Primo Cittadino di Cavriglia Leonardo Degl’Innocenti o Sanni e il Presidente di Anpi Valdamo Giuseppe Morandini. In serata, presso la terrazza del Museo Mine nell’Antico Borgo di Castelnuovo d’Avane, alle 21.00, è prevista la cerimonia di consegna delle Costituzioni ai diciottenni. A seguire, in collaborazione con il Festival Orientoccidente di Materiali Sonori, la medesima terrazza sarà lo scenario del concerto “L’Urlo della Memoria” con Riccardo Tesi, Giuditta Scorcel letti e Maurizio Geri in “Sopra i tetti di Firenze” – omaggio a Caterina Bueno. L’ultimo atto è poi previsto lunedi 11 luglio alle 10.00 con la Santa Messa presso il cippo dei caduti a Le Matole.

“Questa data e in questo luogo anche per nol, resta simbolico, e di questa opportunità ringraziamo il Comune di Cavriglla – ha detto Giampiero Bigazzi, Presidente di Materiali Sonori- Orientocci dente è un appuntamento di memoria anzi di ‘non dimenticanza Culture e Musiche Migranti’ vuol dire anche questo: ricordo, tradizioni che si rinnovano, sguardo verso il futuro senza dimenticare”.

Articoli correlati