26, Giugno, 2022

Al professionale dell’Istituto Varchi progetti che diventano incontri generazionali fra scuola e territorio

Più lette

In Vetrina

Continua la collaborazione costante e proficua fra l’Indirizzo Professionale Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale dell’Istituto ‘B. Varchi’ e gli Enti pubblici e privati del Territorio. Rapporti particolarmente significativi sono quelli che sono stati instaurati con il Comune di Montevarchi, soprattutto con l’Ufficio Servizi Sociali, e con le Strutture di Assistenza, come le RSA di Montevarchi e di Terranuova gestite dalla Cooperativa Elleuno.

Martedì 24 maggio una rappresentanza degli studenti si è recata presso il Nido d’Infanzia Comunale “La Coccinella” e mercoledì 25 maggio presso le RSA di Montevarchi, con la partecipazione della RSA di Terranuova, per consegnare i lavori realizzati durante le lezioni di Metodologie operative nell’ambito delle Unità di Apprendimento previste dalla Riforma dell’Istruzione Professionale.

Le classi Prime hanno prodotto dei burattini con i quali hanno drammatizzato alcune fiabe, che sono state poi registrate ed inserite in una chiavetta USB, a disposizione delle Sezioni del Nido; i piccoli avranno così la possibilità di ascoltare le storie nella dimensione magica del teatro. La classe Seconda ha costruito libri tattili utilizzando vari materiali, in modo da permettere ai bambini di divertirsi ma anche di sviluppare le capacità percettive e l’intelligenza rappresentativa. Tali libri potranno costituire un mezzo di animazione, espressione e mediazione tra essi e i loro interlocutori.

Le classi del Triennio hanno realizzato con tecniche diverse alcuni quadri ispirati ad opere d’arte e destinati alle Residenze Sanitarie Assistenziali. Sono state create delle rielaborazioni che intendono suscitare sensazioni rasserenanti e gioiose. In questa ottica le opere artistiche sono viste come portatrici di benessere, in grado di comunicare sensazioni positive e di prevenire e contrastare il disagio per chi vive situazioni di fragilità.

Sia l’incontro con i bambini sia con gli anziani hanno costituito momenti particolarmente piacevoli e significativi. Grazie ad una accoglienza calorosa da parte del Personale delle Strutture si è subito creato, in entrambi i casi, un clima festoso e partecipe che ha favorito l’immediato instaurarsi di rapporti aperti e spontanei, all’insegna della simpatia e dell’interesse reciproci. L’obiettivo è di ripetere presto nuove occasioni di scambio e di collaborazione che arricchiscono in modo determinante il percorso formativo offerto dalla scuola e consentono di stabilire importanti e proficui legami fra realtà fondamentali del territorio.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati