24.05.2014  13:39

Vigilia di voto in Valdarno: elettori alle urne per le Europee e per rinnovare sindaco e consiglio in nove comuni

di Glenda Venturini
Domenica 25 maggio 2014 dalle ore 7.00 alle ore 23.00 i cittadini saranno chiamati al voto per le elezioni del Parlamento europeo (riguarda tutti i cittadini italiani) e per l’elezione del Sindaco e del consiglio comunale: in Valdarno saranno interessati nove comuni, e cioè Bucine, Castelfranco Piandiscò, Cavriglia, Figline e Incisa, Laterina, Loro, Pergine, San Giovanni e Terranuova


Vigilia di voto anche in Valdarno per una domenica di elezioni che serviranno a scegliere i rappresentanti al Parlamento europeo ma anche a rinnovare una serie di amministrazioni di enti locali, tra cui nove comuni valdarnesi. Si vota solo domenica, dalle 7 alle 23.
 
Elezioni Europee. Alle urne sono chiamati oltre 500 milioni di cittadini, di 28 paesi che fanno parte della Comunità europea, per eleggere i deputati del Parlamento europeo, l'assemblea legislativa dell'Unione europea. L'elezione avviene tramite un sistema di voto proporzionale a "tripla preferenza di genere". Ogni elettore può cioè esprimere fino a tre preferenze, purché una sia di un candidato di sesso diverso dagli altri due. Pena l'annullamento del voto.
 
Elezioni amministrative. Si vota domenica 25 maggio in concomitanza con le europee. I seggi saranno aperti dalle ore 7 alle ore 23 e sarà possibile esprimere il proprio voto esclusivamente in questa giornata. Possono votare i cittadini italiani che abbiano compiuto i diciotto anni di età.

Nove i comuni del Valdarno che rinnovano sindaco e Consiglio comunale: sono Bucine, Castelfranco Piandiscò, Cavriglia, Figline e Incisa, Laterina, Loro, Pergine, San Giovanni e Terranuova.

Per i comuni sotto i 15.000 abitanti (Bucine, Castelfranco Piandiscò, Cavriglia, Laterina, Loro, Pergine e Terranuova) occorre tracciare una croce sul simbolo della lista prescelta. Non è consentito il voto disgiunto. Possibile, invece, segnare sulla scheda una preferenza tra i candidati consiglieri collegati al candidato sindaco prescelto. Nei comuni con popolazione compresa tra 5.000 e 15.000 abitanti, ciascun elettore può esprimere uno o due voti di preferenza, scrivendo il cognome dei candidati compresi nella lista collegata al candidato sindaco prescelto. Nel caso di due preferenze, devono riguardare candidati di sesso diverso della stessa lista, pena l’annullamento della seconda preferenza.
 
Per i Comuni sopra i 15.000 abitanti (Figline e Incisa e San Giovanni) sono possibili tre modalità diverse di voto. Con una croce sul simbolo della lista, il voto viene assegnato sia al partito che al candidato Sindaco appoggiato da quella lista; con un segno sul nome del candidato, si assegna il voto solo a quest'ultimo e non al partito; infine, è consentito il voto disgiunto, tracciando un segno su un candidato Sindaco e su un simbolo di una lista non collegata a lui. L’elettore potrà anche esprimere uno o due voti di preferenza, scrivendo il cognome dei candidati compresi nella lista da lui votata. Nel caso di espressione di due preferenze, esse devono riguardare candidati di sesso diverso della stessa lista, pena 
l’annullamento della seconda preferenza. 
Per i Comuni sopra i 15.000 abitanti l'eventuale turno di ballottaggio (se nessun candidato supera il 50% delle preferenze) è fissato per domenica 8 giugno.

Candidati sindaci e consiglieri comunali, liste e programmi elettorali relativi ai nove comuni del Valdarno al voto sono consultabili nell'apposita sezione dedicata alle elezioni 2014 di Valarnopost. 

Politica

 
comments powered by Disqus