05.06.2015  16:38

Un venerdì d'inferno per i pendolari valdarnesi tra guasti, ritardi e carrozze roventi

di Eugenio Bini
Un venerdì di disagi per i pendolari valdarnesi e sulla pagina facebook del comitato fioccano le polemiche, tra treni guasti, sovraffollamenti e carrozze roventi per la mancanza di aria condizionata. Il treno delle 15 e 09 arrivato con oltre 50 minuti di ritardo. L'ironia degli utenti sui social network.


Una foto pubblicata sulla pagina facebook del comitato pendolari
Un venerdì di grandi disagi per i pendolari valdarnesi. E sulla pagina facebook del Comitato Pendolari Valdarno Direttissima fioccano le proteste. Treni guasti, carrozze sovraffollati e scompartimenti roventi: l'ennesimo rientro nero per i lavoratori e gli studenti valdarnesi. E c’è chi ironizza: “In realtà sembra che Regione e trenitalia facciano le prove per i corsi di sopravvivenza estivi”

I disagi sono iniziati alle 15. “Treno 2313 delle 15,09: dopo l'annuncio di partenza imminente- è il report di una pendolare -  l'annuncio che il treno non partiva per guasto e l'invito a trasferirsi al binario 16 sul treno già pronto per la lenta delle 15,22 (Treno rinominato 2313 e soppressione del treno delle 15,22) senza aria condizionata e decisamente pieno. Ma dopo un quarto d'ora lo spettacolare e incredibile annuncio che anche quel treno era guasto".

"Dopo alcuni minuti - prosegue la pendolare sempre su facebook insieme ad altri pendolari che hanno vissuto questa situazione di puro caos - l'invito a trasferirsi sul binario 13 su altro "materiale". Purtroppo il 13 è uno dei binari inaccessibili, quindi è stato aperto sotto sorveglianza un misero spiraglino della transenna che chiude il passaggio. Naturalmente assalto al treno di sole 5 carrozze, piene di gente anche in piedi”.

Treno poi deviato sulla lenta e arrivato a Figline con 51 minuti di ritardo.
 
Ma sono innumerevoli i commenti anche per le difficili condizioni di viaggio: “sauna” nei vagoni, sovraffollamento ed  un grande caos.

I pendolari commentano ironicamente:"Ringrazio Trenitalia perché oggi mi ha permesso di fare la prima sauna nel treno delle 15,09 2313 e dopo essere scesi perché non sarebbe partito sono salita sul treno annunciato in partenza al binario 13 ed ho fatto un'altra sauna di venti minuti. Infine non contenta ho rifatto l'esperienza del bagno turco nel terzo treno in partenza con quaranta minuti di ritardo”. Ed è solo il primo pomeriggio.


 

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questa recensione andremo a recensire un...
Leonardo Matassoni
Diritto all'architettura
DEMOCRAZIA NATURALE QUESTIONE DI PESI … Di solito non si ...
Roberto Riviello
Controcorrente
Come fece Maximilen de Robespierre ad annullare la Costit...