16.08.2018  12:29

Un arresto e varie denunce nei giorni di Ferragosto da parte dei carabinieri

di Monica Campani
Un arresto per spaccio di sostanze stupefacente, tre denunce per guida in stato di ebbrezza e sotto gli effetti di droga e per lesioni


commenti

Data della notizia:  16.08.2018  12:29

Un arresto e tre denunce nei giorni di Ferragosto, oltre ad altri provvedimenti, da parte dei carabinieri della compagnia di San Giovanni. 

A Montevarchi i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile hanno arrestato un nigeriano di 20 anni per spaccio di eroina nel parco di via Po. I militari, nel corso di un servizio sia in uniforme che in abiti civili, hanno notato il giovane cedere qualcosa a un giovane del luogo. Immediatamente fermato, l’extracomunitario era in possesso di una dose di eroina: è stato arrestato e colpito dal provvedimento del foglio di via obbligatorio dal comune di Montevarchi per 3 anni, emesso dal Questore di Arezzo.

La zona dove è stato arrestato il giovane è da tempo controllata dai carabinieri: nel mese di maggio furono 4 gli arresti.

A Levane, invece, dopo un controllo un albanese è stato denunciato per guida sotto gli effetti di sostanze stupefacenti. Gli esami forniti dall’ospedale di Montevarchi hanno rilevato un tasso di 228 ug/l con positività alla marijuana. I documenti di guida sono stati ritirati e l’uomo è stato segnalato alla Prefettura di Arezzo quale assuntore di stupefacenti:  in suo possesso infatti è stata trovata una modica quantità di “erba”.

Per guida sotto gli effetti di sostanze stupefacenti e in stato di ebbrezza è stato denunciato un valdarnese di 27 anni. I carabinieri della stazione di Montevarchi lo hanno fermato e  sottoposto ad analisi dopo un incidente stradale accaduto a Terranuova: il giovane è risultato avere un tasso alcolemico pari a 1.68 g/l e di sostanza stupefacente del tipo cocaina per un valore di concetrazione > 4000 microgrammi/l.

Infine i carabinieri della stazione di Montevarchi hanno identificato e denunciato in stato di libertà per lesioni, un ragazzo rumeno, pregiudicato e ben conosciuto dai militari. Il giovane ha colpito con un pugno una donna che gli aveva chiesto i documenti, per verificarne l'identità, all'interno di una sala slot. Portata al pronto soccorso della Gruccia ha avuto una prognosi di 5 giorni.

 

 

 

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Roberto Riviello
Controcorrente
L’iniziativa è partita da un gruppo di donne torine...
Julian Carax
Un.Dici
In un viaggio a tappe inseguendo il percorso della bellez...