26.06.2013  18:12

Uffici "Ecco Fatto" pronti ad aprire, partito il bando per il servizio civile: candidature anche per Pietraviva e San Donato in Collina

di Glenda Venturini
Sono pronti i primi 35 uffici "Ecco Fatto" in Toscana, fra questi anche quelli di Pietraviva (Bucine) e San Donato in Collina (Rignano). Sostituiscono gli uffici postali chiusi. Aperto il bando per i giovani del servizio civile, che gestiranno gli uffici: ecco come candidarsi


commenti

Data della notizia:  26.06.2013  18:12

Sono quello di Pietraviva, nel comune di Bucine, e quello di San Donato in Collina, comune di Rignano, i primi due uffici "Ecco Fatto" del Valdarno pronti ad aprire. Mancano solo i giovani del servizio civile, che terranno aperti gli uffici offrendo tutti i servizi al pubblico: ma il bando è appena stato aperto, e appena raccolte le candidature e svolte le selezioni si potrà entrare in funzione a tutti gli effetti. 

In questa prima tranche (preceduta solo da una sperimentazione in dieci comuni montani) sono 35 i comuni toscani che apriranno uno sportello "Ecco Fatto", grazie all'impegno di Uncem e Regione. Per la maggior parte, anche in Valdarno, andranno parzialmente a sostituire gli uffici postali chiusi da Poste Italiane, offrendo però servizi in parte diversi, e in parte più completi, in particolar modo quelli legati alla pubblica amministrazione. 

C'è voluto un po' di più dei tempi previsti inizialmente, ma si tratta di procedure per la maggior parte legate proprio al bando del servizio civile toscano, a cui si devono prima accreditare gli enti interessati ad ospitare uno o più giovani. Insomma, ora si parte con i primi comuni, a cui seguiranno tutti gli altri: come ha spiegato Oreste Giurlani, presidente di Uncem Toscana, “oggi si conclude la prima fase che ha visto attivi i comuni sperimentali e si apre la seconda, che coinvolge un numero assai più consistente di realtà territoriali”.

Le domande di giovani con età fra i 18 e i 30 anni (36 se diversamente abili) devono essere inviate entro il 15 luglio ad Uncem Toscana (via Cavour 15, 50129, Firenze) a mezzo raccomandata a/r. A coloro che porteranno la domanda di persona nella sede di Uncem Toscana (aperta da lunedì al venerdì, dalle 9 alle 14) sarà consegnata una ricevuta che varrà come convocazione per le selezioni.

Le selezioni si terranno dal 17 al 19 luglio, in orari e in luoghi che saranno comunicati al momento della presentazione della domanda. “I tempi sono strettissimi – ha commentato ancora Giurlani – per questo è fondamentale che tutte le amministrazioni e i sindaci si attivino sui loro territori per informare i giovani di questa opportunità”.

Con la domanda si deve allegare la copia del documento di identità, un curriculum e indicare la sede presso la quale si intende svolgere il Servizio, secondo quanto stabilito dal bando e dalla modulistica allegata. Per il servizio, che dovrà essere svolto per 30 ore alla settimana, per 5 giorni a settimana e  avrà una durata di 12 mesi, sarà corrisposto un compenso mensile pari a 433,80 euro. La graduatoria sarà pubblicata sul sito web di Uncem Toscana.

Saranno selezionati due giovani per ogni sportello "Ecco Fatto". Per le candidature su Rignano (per l'ufficio di San Donato in Collina), questo è il link con tutte le informazioni; per le candidature su Bucine (ufficio di Pietraviva) è invece necessario cliccare qui

Cronaca / Economia

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
Che la senatrice a vita Liliana Segre debba andare in gir...