01.07.2016  12:11

Treni regionali, Trenitalia presenta i dati di una indagine fra i pendolari: migliora il giudizio sul servizio

di Glenda Venturini
L'indagine, condotta da una società terza, ha mostrato che l’84,8% degli intervistati giudica positivamente il viaggio nel suo complesso. Giudizi positivi in crescita di oltre 2 punti percentuali rispetto al 2015, e di 6 punti rispetto al 2014


Migliorano i giudizi dei viaggiatori che utilizzano i treni regionali in Toscana. Lo aveva già rilevato una indagine della Regione Toscana, lo scorso mese di maggio, scatenando il Comitato dei pendolari valdarnesi, protagonista di un contro-sondaggio. Ora, quel gradimento in crescita è certificato anche da un'indagine demoscopica i cui risultati vengono resi noti da Trenitalia. 

L'indagine, specifica Trenitalia Toscana, è stata condotta da una società specializzata, esterna al gruppo FS. E mostra che sono sempre di più i pendolari che giudicano positivamente il trasporto regionale, e che osservano miglioramenti nel corso degli ultimi mesi. L’84,8% degli intervistati, nel corso dell’ultima periodica rilevazione, ha espresso un giudizio positivo sul viaggio nel suo complesso. Sono 2,3 punti percentuali in più rispetto al 2015 e 6,2 punti in più rispetto al 2014.

Gli interpellati hanno indicato nel comfort, nella permanenza a bordo, nella pulizia e nella puntualità gli aspetti che hanno avuto miglioramenti. "Al conseguimento di questo risultato - commenta Trenitalia - hanno concorso le decisive innovazioni operative e tecnologiche introdotte negli ultimi periodi, un radicale turnover del management e le continue consegne di treni di ultima generazione, più confortevoli, performanti e affidabili. Sono stati 30 i convogli nuovi (Jazz e Swing) consegnati in Toscana, negli ultimi 24 mesi, e a beneficiarne sono centinaia di migliaia di pendolari, ogni giorno".

Il 78,1% degli intervistati esprime un’opinione positiva sul livello di sicurezza. E proprio per migliorare questo senso di sicurezza a bordo, è stato avviato recentemente un progetto di videosorveglienza live. Oltre a registrare le immagini interne al treno, il sistema, primo in Europa, consente di replicarle in tempo reale sui monitor di bordo delle flotte più recenti, come deterrente ad aggressioni e atti vandalici. Le stesse immagini sono trasmesse in tempo reale alle diverse control room sul territorio,  per assicurare un costante presidio della situazione a bordo dei treni. Al momento i dispositivi sono in corso di installazione su tutta la flotta Jazz operativa in Toscana.
 

Cronaca

 
comments powered by Disqus