21.02.2017  22:12

Treni affollati, ecco la lista nera dei 100 peggiori. La Regione ai pendolari: "Dateci la vostra opinione"

di Glenda Venturini
La Regione sta mettendo a punto il nuovo elenco dei 100 treni più affollati, che sostituirà quello utilizzato fino allo scorso anno. Sono i treni che finiscono al centro del monitoraggio quotidiano sulle condizioni di viaggio: la Regione chiede il parere dei pendolari sulla lista


Cambia la 'black list' dei treni toscani: la Regione ha infatti rinnovato l'elenco dei 100 treni considerati i peggiori dal punto di vista del sovraffollamento a bordo. La prima stesura risale al 2015 e anche in quell'occasione, proprio come oggi, l'amministrazione regionale aveva chiesto il parere dei pendolari, per individuare i treni effettivamente più problematici. 

Non è una lista fine a sé stessa: sono proprio questi, infatti, i treni che verranno monitorati quotidianamente per capire quali sono le condizioni di viaggio in queste tratte e a bordo di questi convogli. La bozza della lista dei peggiori cento è già pronta: i pendolari possono scaricarla (anche da qui) e poi possono segnalare i treni a loro parere meritevoli di entrare nell'elenco, proponendo modifiche. 

Per farlo c'è tempo fino al 1 marzo e c'è una pagina dedicata sul portale opentoscana (questa). Dopo quella data, la Regione farà una sintesi di tutti i contributi per definire la lista definitiva dei 100 treni da sottoporre a monitoraggio quotidiano per sovraffollamento.

Nella black list sono già presenti alcuni dei treni più 'famosi' per il sovraffollamento nella tratta valdarnese: c'è ad esempio il 6604 del mattino, c'è il 2317 della sera, che torna da lunedì al suo orario tradizionale, c'è anche il 2315 che è fra i più utilizzati del pomeriggio. Quelli che mancano, invece, i pendolari valdarnesi possono segnalarli. 

 

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Roberto Riviello
Controcorrente
Chi avrebbe mai pensato che una statua raffigurante Gabri...
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...