21.12.2016  14:26

Trasferimento di Arturo, il bisonte. Il sindaco: "Abbiamo agito solo per il suo benessere"

di Monica Campani
Dopo le polemiche sollevate da M5S, i sindaco Leonardo Degl'Innocenti o Sanni replica: "mi sarei aspettato un atteggiamento più consapevole e propositivo e non limitato alle ormai consuete polemiche qualunquiste e strumentali alla fine di un processo attivato oltre due anni e mezzo fa”


Dopo le polemiche sollevate dal Movimento 5 Stelle sul trasferimento di Arturo, il bisonte ultimo abitante del Parco di Cavriglia, non tarda ad arrivare la replica del sindaco di Cavriglia Leonardo Degl'Innocenti o Sanni.

“Ancora una volta mi vedo costretto a sottolineare come questa Amministrazione Comunale, lasciando da parte le sterili e strumentali polemiche del Movimento 5 Stelle, abbia sempre messo in primo piano la salute ed il benessere degli animali nel processo di riqualifica e recupero in atto al Parco Naturale di Cavriglia. Un processo che proseguirà con il trasferimento del Bisonte “Arturo”, per il quale mi pare altrettanto opportuno fare chiarezza".

Leonardo Degl'Innocenti o Sanni spiega: "La Leal nel corso di questi mesi ha avuto davvero molto tempo per proporre ed organizzare il trasferimento del bisonte. Tant'è che ha avanzato addirittura due differenti proposte. La prima prevedeva di ospitare Arturo presso il Parco di Semproniano, che presupponeva l’adeguamento delle strutture (completa realizzazione di un nuovo recinto) per un costo totale di circa 30.000,00 euro ed il mantenimento a vita dell’animale da parte di questa Amministrazione con una tariffa di 10/12 euro al giorno. Un’operazione che questo Comune non poteva e non potrà mai permettersi sotto il punto di vista economico/finanziario. La seconda proposta invece prevedeva di trasportare il bisonte a Fiesole (Fi) presso la Fattoria di Maiano, struttura quest’ultima inadeguata all’accoglienza di animali individuati dalla vigente normativa come pericolosi nonché priva della necessaria autorizzazione della Prefettura".

"Abbiamo atteso circa due mesi concedendo a Leal tutto il tempo necessario per effettuare le opportune verifiche del caso, anche se era facilmente intuibile fin dall’inizio che la soluzione non era percorribile proprio per gli ostacoli relativi alla inadeguatezza della struttura. E così è stato".

"Considerato che entrambe le strade non erano dunque praticabili, dopo alcune settimane, consapevoli che la principale vocazione di Leal, che è una Lega Antivivisezionista Onlus, non è ovviamente quella di individuare strutture adeguate per animali esotici in Italia ed in Europa, ci siamo rivolti al nostro veterinario Dott. Mauro Della Gatta, che grazie anche alla collaborazione ed alle indicazioni della Dottoressa Carmen Aiello, Fondatrice di Animal Asia e Responsabile delle Relazioni Esterne di “Salviamo gli Orsi della Luna”, hanno individuato la struttura più idonea per accogliere Arturo, che si trova a Ravenna, attivandosi immediatamente per avviare le procedure di trasferimento dell’animale, che ad oggi sono tuttora in corso".

"Solo quando il Dottor Mauro Della Gatta aveva ormai già impostato le pratiche con il Parco di Ravenna, Leal ha presentato a questa Amministrazione in data 30/11/2016 una terza soluzione, ovvero la collocazione di Arturo presso il santuario “Erdlingshop”, in Germania, proposta questa, che tra l’altro prevede lo spostamento dell’animale in due tappe, contrariamente a quanto indicato dal Movimento 5 Stelle. Questa proposta infatti, avrebbe previsto un primo spostamento del bisonte per un tempo indefinito da Cavriglia al “Bioparco di Roma”. Solo in seguito Arturo sarebbe stato trasferito da Roma al santuario della Baviera".

Il sindaco di Cavriglia conclude: "Vista la sofferenza che potrebbe provocare ad Arturo, oltre alla sua laboriosità, abbiamo ritenuto tale proposta eccessivamente complessa ed articolata. Per motivi di correttezza nei riguardi del Parco di Ravenna dunque, con i cui responsabili il nostro veterinario ha già concluso da tempo le pratiche per lo spostamento di Arturo, non abbiamo potuto accogliere le richieste avanzate dalla Leal. Siamo comunque disponibili ad un incontro in cui potremo illustrare le ragioni della nostra scelta ai rappresentanti del Movimento 5 Stelle, dai quali, se davvero sono interessati al futuro di Arturo, mi sarei aspettato un atteggiamento più consapevole e propositivo e non limitato alle ormai consuete polemiche qualunquiste e strumentali alla fine di un processo attivato oltre due anni e mezzo fa”.

Sociale

 
comments powered by Disqus