16.07.2017  22:14

Terza edizione del festival "Un roseto in musica" a Bucine: masterclass con docenti internazionali e concerti

di Federica Crini
Questa settimana il comune di Bucine ospita il festival internazionale organizzato dall'associazione Dima di Arezzo. Una settimana di stage e lezioni di musica, con alcune serate di concerti nelle abbazie e pievi della zona


commenti

Data della notizia:  16.07.2017  22:14

Per il terzo anno consecutivo il comune di Bucine ospita il festival internazione "Il roseto della musica", ideato e realizzato dall’Associazione Culturale D.I.M.A. – DoReMi International Music Academy di Arezzo e l’amministrazione comunale di Bucine. 

Docenti e allievi saranno ospititati al Centro Interculturale Don Giuseppe Torelli e Museo della Memoria di San Pancrazio. Durante il giorno si terranno lezioni e masterclass, mentre quattro sere della settimana i partecipanti si esibiranno in abbazie e pievi del territorio comunale con concerti a ingresso libero e con generi musicali diversi.

 


Il primo appuntamento è stato il concerto di apertura di domenica sera che si è tenuto presso l'Abbazia di Badia a Ruoti. Gli appuntamenti seguenti sono: mercoledì 19 luglio alle 21.15 in Piazza Ubertini a Badia Agnano con le Canzoni e Arie dal Mondo; giovedì 20 luglio alle ore 21.15 nello scenario della Pieve di Galatrona. Concerto conclusivo venerdì 21 luglio a san Pancrazio con l’esibizione degli allievi del corso, gli ensemble strumentali e la partecipazione del Gruppo Polifonico “Francesco Coradini” di Arezzo.

"San Pancrazio è un luogo in cui la Memoria è rappresentata dal suo roseto, da cui il Festival trae il nome e ispirazione" - spiegano i membri di Dima - "Un luogo che è stato teatro di una delle più efferate stragi naziste che in questa settimana diventa la casa di spettatori, docenti, allievi (ragazzi e adulti tra gli 11 e i 30 anni) provenienti da tutta Italia, dal Principato di Monaco, Francia, Messico e Argentina. Proprio qui, l’esperienza dell’arte e della musica, superato l’equivoco della parola, crea accoglienza, ascolto e serena condivisione".
 


Le Masterclass saranno tenute da musicisti di fama internazionale e docenti in prestigiose Istituzioni Europee e Latinoamericane: per la chitarra Omar Cyrulnik (Argentina), docente alla U.N.A. – Universidad Nacional de Las Artes di Buenos Aires; Giorgio Albiani (Italia), docente al Conservatorio Statale di Musica “B. Maderna” di Cesena, Rovshan Mamedkuliev (Azerbaijan/Russia), vincitore del Concorso Internazionale GFA (USA), del “F. Tarrega” di Benicasim (Spagna), del 48° Concorso Internazionale “M. Pittaluga – Città di Alessandria” (ITALIA) e docente al Maimonides State Academy di Mosca, Russia; Luc Vander Borght (Belgio), docente all’Academie de Musique “Ranieri III” del Principato di Monaco.

Tornerà Louis Denis Ott (Francia), docente di violino all’Academie de Musique “Ranieri III” del Principato di Monaco. Tra le novità l'apertura al canto lirico con il mezzosoprano argentino Marta Blanco docente alla U.N.A. – Universidad Nacional de Las Artes e all’Instituto Superior de Arte del Teatro Colon di Buenos Aires (Argentina). Inoltre dal 18 luglio, il festival ospiterà la masterclass di clarinetto con Giulio Cuseri, I° clarinetto della Banda della Guardia di Finanza dello Stato e docente all’Accademia D.I.M.A. di Arezzo.

 

Cultura

 
comments powered by Disqus
ULTIME NOTIZIE