22.10.2013  18:46

Tav e terre da scavo: "La Provincia di Arezzo pretenda chiarimenti", chiedono Tanti e D'Ettore

di Monica Campani
Lucia Tanti, capogruppo Pdl in consiglio provinciale e Felice MaurIzio D'Ettore, coordinatore provinciale del partito intervengono sulla vicenda della Tav e sul trasferimento delle terre da scavo da Firenze a Cavriglia soprattutto alla luce delle dichiarazioni dell'architetto Zita. "Cosa ha detto e scritto Fabio Zita in merito ai materiali di scavo che sarebbero dovuti esser trasferiti da Firenze a Cavriglia?"


commenti

Leggi i Dossier:  Terre della Tav

Data della notizia:  22.10.2013  18:46

"La Provincia di Arezzo pretenda chiarimenti": sulla questione Tav  intervengono la capogruppo del Pdl in consiglio provinciale aretino Lucia Tanti e il coordinatore provinciale del partito Felice Maurizio D'Ettore. L'attenzione, in particolare, viene puntata sulle terre da scavo che dovevano essere trasferite da Firenze fino all'area ex mineraria di Santa Barbara a Cavriglia.

I due rappresentanti del popolo della libertà si rivolgono alla Provincia di Arezzo chiedendo, sulla scia delle dichiarazioni dell'ex responsabile dell'ufficio per la valutazione di impatto ambientale della Regione Toscana: "cosa ha detto e scritto Fabio Zita in merito ai materiali di scavo che sarebbero dovuti esser trasferiti da Firenze a Cavriglia?. Esiste davvero una relazione nella quale lo stesso Zita sosteneva che questi materiali erano pericolosi per le implicazioni ambientali e che quindi sarebbe servito un lungo e costoso trattamento? È vero che una volta spostato Zita da quell'ufficio gli stessi materiali sarebbero stati indicati come 'adeguati' ? Possono esserci valutazioni così diverse senza che non si cerchi una terza relazione ed un responso definitivo viste anche le competenze comunali e provinciali, previa acquisizione di tutta la documentazione anche redatta dall'architetto Zita?".

Lucia Tanti e Felice Maurizio D'Ettore, poi, continuano:

"E se Fabio Zita sul materiale destinato a Cavriglia avesse ragione? Potrebbe essere o meno un eccellente funzionario, di questo se ne occupi la Regione, ma nulla toglie che possa dire la verità nel momento in cui analizza le conseguenze del trasporto del materiale di scavo della Tav a Cavriglia. Possibile che questo aspetto interessi solo al Pdl regionale e provinciale? Possibile che il presidente della Provincia di Arezzo ed il sindaco di Cavriglia non abbiano la necessità di capire direttamente dall'architetto Zita ciò che diceva e scriveva nel merito? Possibile che si ascolti solo chi dice il contrario? Possibile che dopo ciò che è emerso sulla TAV non ci sia nessuno che voglia comunque capire, nell’ambito dei propri compiti istituzionali, se sul Valdarno aretino sono state poste in essere o meno operazioni od eseguite procedure amministrative che meritano, da subito, ulteriori verifiche, valutazioni e dettagliato riesame?".

Per questo i due rappresentanti del Pdl chiedono alla Provincia di Arezzo "di attivarsi per avere completa informazione a partire da una interlocuzione diretta con  Fabio Zita e la conseguente consegna di tutte le sue relazioni e valutazioni nel merito a tutti i consiglieri provinciali per ogni susseguente decisione e valutazione".

Politica

 
comments powered by Disqus
Julian Carax
Un.Dici
Non è da tutti — almeno a queste latitudini — il privileg...
Roberto Riviello
Controcorrente
Forse ce n’eravamo dimenticati, in questi ultimi an...