11.06.2018  13:51

Tari, aperto il bando per le agevolazioni. Sconti per i negozi che aprono in centro storico

di Glenda Venturini
È online il bando che consente di accedere alle agevolazioni Tari 2018, approvate dal Consiglio comunale di Figline e Incisa. Oltre agli sconti per le nuove attività che si insedieranno nei due centri, un'altra novità riguarda le imprese in possesso delle certificazioni ambientali. Confermate agevolazioni per giovani, locali no slot e categorie sociali fragili


commenti

Data della notizia:  11.06.2018  13:51

È aperto il bando per le agevolazioni Tari 2018, secondo gli indirizzi approvati lo scorso febbraio dal Consiglio comunale di Figline e Incisa: sono due le novità introdotte quest’anno, e consistono in sconti per le attività economiche che decidono di aprire in centro, e per quelle che si dotano di certificazione ambientali. 

Negozi e attività in centro.
Avranno diritto di richiedere uno sconto del 50% sull'intera tariffa le utenze non domestiche (negozi, imprese e altre attività produttive e commerciali) che decidono di aprire in centro a Figline o a Incisa. L’obiettivo è di incentivare le nuove aperture in quelle due aree della città: l'agevolazione tariffaria sarà valida per 36 mesi dalla data di inizio attività. Non possono farne richiesta imprese e attività già esistenti né utenze che proseguono o subentrano ad attività già esistenti.

Attività con certificazioni ambientali.
La seconda novità del 2018 riguarda le imprese in possesso delle certificazioni ambientali ISO 14.001 oppure Emas, che avranno diritto al 30% della riduzione da conteggiare sulla parte variabile della tariffa. Lo scopo, in questo caso, è quello di premiare chi dimostra attenzione nei confronti della tutela dell’Ambiente.

Categorie sociali fragili.
Una conferma rispetto allo scorso anno. Rientrano tra queste le agevolazioni per i nuclei familiari con reddito fino a 15.500 euro, per i nuclei con disabili a carico, oltre che per chi ha subito provvedimenti di licenziamento, di messa in mobilità o di cassa integrazione (tipologia B). Nel primo caso, le fasce Isee sono costruite su 4 scaglioni di reddito e prevedono riduzioni comprese tra il 12% e il 50% sull’intera tariffa (la riduzione si innalza al 70% per le utenze domestiche nel cui nucleo familiare è presente una persona con invalidità  o con disabilità del 100%).

Coppie giovani. 
Restano anche le agevolazioni per gli under36: valgono gli stessi scaglioni di reddito di cui sopra, ma le relative riduzioni vengono aumentate del 10% per ciascuna fascia Isee (e arrivando, quindi, da un minimo del 22% ad un massimo del 60%).

Negozi no-slot.
Infine, sono confermate anche le agevolazioni tariffarie (20% sull’intera tariffa) per i locali che decidono di eliminare apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici per il gioco lecito con vincite in denaro, come ad esempio le slot machine (tipologia C).

Il bando 2018 completo, con i dettagli sulle agevolazioni Tari e sulle fasce Isee, insieme alla relativa modulistica sono disponibili online, sulla rete civica comunale a questo indirizzo. Le scadenze per presentare le richieste di agevolazione sono diverse: 1 ottobre 2018 per le tipologie A e B (sono le categorie sociali fragili; primo semestre); 31 gennaio 2019 per la tipologia B (cassintegrati; secondo semestre); 31 dicembre 2018 per le tipologie C, D e E (no-slot, nuovi negozi in centro e certificazioni ambientali).

Economia

 
comments powered by Disqus
ULTIME NOTIZIE
Luca Franchi
Il Dottore delle Piante
A grande richiesta, e per la prima volta in assoluto, pro...
Roberto Riviello
Controcorrente
Secondo un sondaggio dell’emittente televisiva La7,...