05.02.2012  15:44

"Sulla Tav vogliamo chiarezza. Finora solo tante controverse notizie"

di Monica Campani
Il sindaco di Cavriglia, Ivano Ferri, chiede informazioni certe sui materiali di scarto provenienti dalla Tav. "Non sappiamo ancora come devono essere considerati"


commenti

Leggi i Dossier:  Terre della Tav

Data della notizia:  05.02.2012  15:44

Sembrava ormai cosa fatta. Il materiale derivante dagli scavi per la Tav a Firenze, doveva essere quasi sulla strada per Cavriglia dove sarebbe servito per la realizzazione di due colline di 38 metri di altezza. In tutto circa tre milioni di metri cubi di terra e rocce. Ed invece ancora qualcosa non va. Quello stesso materiale, infatti, secondo alterne e continue notizie sembra essere considerato, talvolta, come rifiuto. "Stiamo aspettando chiarezza - ha affermato il sindaco Ivano Ferri - da quelle che saranno le defiitive disposizioni. La collina di sbarramento tra la centrale Enel ed il lago può essere realizzata soltanto con materiale di scarto non certo con rifiuti. Ma sulla scia delle leggi la definizione cambia continuamente. Allora se quel materiale non è ritenuto conforme, ovviamente prima di arrivare a Cavriglia dovrà essere bonificato. A questo punto chiediamo garanzie alla Regione ed all'Arpat".

Da molto tempo la Regione  ha convalidato le prescrizioni richieste per il progetto della prima collina ed ha inviato tutto al Ministero. Alcuni incontri avevano determinato anche le modalità dei trasferimenti del materiale fino a Cavriglia in modo da arrecare il minor disagio ai cittadini ed all'ambiente. Tutto insomma sembrava pronto ed invece adesso qualcosa sembra ritardare il progetto.

"Non sappiamo ancora quando il materiale arriverà. Non siamo in grado di sapere se è conforme oppure alle nuove normative. In questo senso c'è molta incertezza, ecco perchè chiediamo chiarezza".

Politica

 
comments powered by Disqus
Julian Carax
Un.Dici
Non è da tutti — almeno a queste latitudini — il privileg...
Roberto Riviello
Controcorrente
Forse ce n’eravamo dimenticati, in questi ultimi an...