14.01.2020  13:54

Sul palco del Wanda Capodaglio in scena “l’Acqua Cheta”

di Glenda Venturini
Domenica 19 gennaio appuntamento per la messa in scena di uno spettacolo che ha fatto la storia dell’operetta italiana


commenti

Data della notizia:  14.01.2020  13:54

Arriverà domenica al Wanda Capodaglio di Castelfranco, “l’Acqua Cheta” di Augusto Novelli, uno spettacolo che ha fatto la storia dell’operetta italiana, musicato nel 1920 da Giuseppe Pietri. In occasione del centenario, e in esclusiva per le province di Arezzo Siena e Firenze, sarà sul palco del teatro comunale di Castelfranco con un grande cast che ballerà, reciterà e canterà con coreografie e scenografie d’eccezione.

L’edizione del centenario è caratterizzato dai testi di Augusto Novelli, dalla musica di Giuseppe Pietri, e dall'adattamento e regia di Corrado Abbati, produzione InScena – Compagnia Corrado Abbati. Nel 2020 ricorre il centenario dello spettacolo: la celebre commedia di Augusto Novelli debuttò infatti nel 1908 nella sua forma teatrale, ma solo nel 1920 fu arricchita con le musiche di Giuseppe Pietri e divenne così un’operetta. In questo nuovo allestimento, i diversi linguaggi si fondono in un percorso che non tradisce ma arricchisce la versione originale. 

Lo spettacolo fa parte della stagione teatrale organizzata dal comune di Castelfranco Piandiscò con la collaborazione di Fondazione Toscana Spettacolo. Per l’occasione è stato previsto un doppio appuntamento. Domenica 19 ore 17.00 fuori abbonamento e in replica alle 21.15 per gli abbonati. I biglietti sono acquistabili on line su TicketOne e nei punti vendita Boxoffice fino a giovedì 16, e in prevendita sabato 18 e domenica 19 dalle ore 17.00 alle 19.00 presso la biglietteria del teatro. Anche per questi spettacoli sarà disponibile il servizio di baby-sitting gratuito.
 

Cultura

 
comments powered by Disqus
ULTIME NOTIZIE
Luca Franchi
Il Dottore delle Piante
Torna per il 5° anno consecutivo il corso “mustR...
Roberto Riviello
Controcorrente
La crisi del Movimento Cinquestelle pare ormai avere ragg...