06.01.2017  00:10

Sostituzione in Giunta, il gruppo consiliare e il coordinamento delle Liste civiche: "Chiediamo le dimissioni del sindaco"

di Monica Campani
Interviene il gruppo consiliare Cresce San Giovanni e il Coordinamento Liste civiche Cresce San Giovanni, Sinistra per San Giovanni Valdarno e Valdarno Città


commenti

Data della notizia:  06.01.2017  00:10

Dopo le dimissioni dell'assessore Simone Pellegrini e l'entrata in Giunta dell'architetto Giammario Pascucci i primi commenti sono del gruppo consiliare Cresce San Giovanni e del Coordinamento Liste civiche Cresce San Giovanni, Sinistra per San Giovanni Valdarno e Valdarno Città. Chieste le dimissioni del sindaco.

"Un po’ di storia sulle scelte e defezioni dell' amministrazione Viligiardi. Partiamo dall’inizio legislatura con l’allontanamento del dirigente all’urbanistica Vito Disabato, persona capace che da anni svolgeva questo ruolo. Poi vengono presentati in consiglio accordi e intendimenti per formare un 'ufficio di scopo' con il Comune di Cavriglia con competenze all' ing. Cursi anche per il ruolo urbanistico. L’ufficio di scopo non viene portato avanti, così come l'Unione con il Comune di Cavriglia, e viene nominato dirigente urbanistica il dott. Daniele Fabbri. Dopo tre mesi si dimette l’assessore al bilancio nonché ex vice sindaco nella scorsa legislatura Damiano Bettoni e al suo posto viene nominata la signora Anna Maria Lamioni da Bucine".

"Nel mese di aprile 2016 si dimette l’assessore all’urbanistica Valentina Artini, proprio il giorno precedente l’adozione del nuovo Piano al Traffico di sua competenza, e al suo posto viene nominato Simone Pellegrini, presentato all’insediamento nel mese di aprile e di cui abbiamo perso le tracce. L’assessore Pellegrini oggi si materializza sulla stampa dando le dimissioni dall’incarico (pensiamo sia opportuno, qualora non l’avesse già fatto, che provvedesse alla restituzione degli otto mesi di indennità percepita). Adesso, in carica da un giorno, abbiamo la nuova entrata il dott. Giammario Pascucci di cui non si conoscono le capacità politiche nè quanto potrà durare".

Il gruppo consiliare e il coordinamento delle Liste civiche continuano: "Non siamo affatto meravigliati dell' incapacità di questo Sindaco di amministrare la cosa pubblica quello che ci fa pensare è il non imbarazzo del gruppo di maggioranza che se ne sta silente e appoggia giunta e sindaco in decisioni assurde e ridicole come l’ultima sul Piano al Traffico, ampiamente bocciata con una nostra campagna di ascolto e raccolta firme e con l' epilogo finale del Consiglio Comunale Straordinario voluto da noi e dal comitato "No piano traffico", guarda caso materia urbanistica di due assessori dimessi in otto mesi".

Infine la richiesta:"È triste per una comunità come la nostra vedere una maggioranza che naviga a vista in un mare diventato tempestoso a causa delle loro trascuratezze ed incapacità. Per questo ancora una volta chiediamo le dimissioni del sindaco Maurizio Viligiardi, non per 'partito preso', ma per manifesta incapacità sua e della classe dirigente del partito che lo sostiene".


 

Politica

 
comments powered by Disqus