14.09.2017  10:40

Sì Toscana a Sinistra torna su rifiuti e raccolta differenziata a Pergine

di Federica Crini
Il gruppo torna a discutere sulla gestione della raccolta differenziata a Pergine e critica alcune novità deliberate da Ato Toscana Sud che avranno ripercussioni nel territorio comunale


commenti

Data della notizia:  14.09.2017  10:40

La lista Sì Toscana a Sinistra interviene nuovamente sulla gestione dei rifiuti nel comune di Pergine, dopo aver constatato la percentuale bassa di raccolta differenziata, arrivata al 47% nel 2015. Adesso il gruppo critica in particolare alcune novità deliberate da Ato Toscana Sud, una in particolare che avrà conseguenze anche sul territorio.

"Verrà a breve privatizzato - sempre a vantaggio di Seitoscana – il servizio di spazzamento strade, che è attualmente pubblico e gestito 'in house' dal Comune di Pergine, con inevitabili futuri aggravi di costi in tariffa per i cittadini".

Inoltre, nel piano di Riorganizzazione dei Servizi dell'Ambito Ottimale di Raccolta (A.O.R.) del Valdarno aretino, "l'unico Comune dove non è prevista da nessuna parte l'attivazione di un minimo servizio di raccolta domiciliare (porta-a- porta), l'unica ottimale per quantità e qualità di differenziata, è proprio il comune di Pergine Valdarno".

"Non c'è che dire" - conclude la nota - "L'Amministrazione guidata dalla Neri, "costretta" a dover rinunciare per ragion di stato a raggiungere legittimi traguardi politici più ambiziosi e "indotta" ad accontentarsi di fare la candidata Sindaca piddina dell'eventuale Comune Unico Laterina-Pergine, si distingue in negativo anche, tra le altre, per la gestione del ciclo dei rifiuti".

 

Politica

 
comments powered by Disqus