20.07.2015  21:22

"Si è staccata una porta mentre viaggiavamo in galleria". Guasto a un nuovissimo treno Jazz in San Donato, polemiche per la sicurezza a bordo

di Glenda Venturini
Pendolari testimoni di un episodio grave avvenuto all'interno della galleria di San Donato, sulla direttissima: a un treno Jazz, il 3171, si è staccata una porta durante il viaggio. Ripercussioni sul traffico regionale


Il Jazz in stazione a Figline senza la porta
Una porta si stacca da un treno nuovo in corsa, mentre attraversa la galleria di San Donato lungo la Direttissima. Un episodio testimoniato da alcuni pendolari che erano a bordo, e di estrema gravità per la sicurezza dei passeggeri e non solo. 

Tra i primi a raccontare ci sono proprio i pendolari valdarnesi: "Si è letteralmente staccata una porta mentre il treno viaggiava in galleria. Per fortuna non c'era nessun passeggero sul passetto e non ha colpito nessun altro treno vicino. Anche questa settimana sfiorata tragedia", scrive una donna. 

Il treno in questione è un Jazz di ultima generazione, il 3171, che viaggiava in Direttissima. La porta che si è staccata sarebbe addirittura rimasta a terra in mezzo alla galleria. Lì l'hanno recuperata gli addetti. Il treno è arrivato in stazione a Figline con ritardo, ma, lamentano i pendolari, "senza alcuna comunicazione a bordo". 

Sui binari della stazione di Figline gli addetti hanno fermato il treno per verificare l'accaduto. La porta mancante è la dimostrazione che il guasto c'è stato, e di enorme gravità. Qualcosa del genere era già successa a un Vivalto, nel 2012: e infatti questi treni regionali non viaggiano più, da allora, in Direttissima in direzione nord, nelle fasce orarie in cui c'è il rischio di incontrare un treno di Alta Velocità. Non è chiaro però se anche in questo caso ci sia la ventata all'incrocio con un treno veloce, all'origine del distaccamento della porta. 

Poco dopo le 15,30, arriva una nota ufficiale di Trenitalia che però non chiarisce i contorni dell'incidente: "La circolazione è interrotta tra le località di PM Rovezzano e di PC S.Donato (linea Roma /Firenze DD) dalle ore 15:10 per un ostacolo in linea". Cosa sia l'ostacolo sulla linea, si può capire: la porta di cui parlano i pendolari. 

La direttissima viene immediatamente chiusa al transito dei treni, e tutti vengono dirottati sulla lenta: non solo i convogli regionali, ma anche quelli dell'ata velocità. Con ritardi e caos. 

Sul gruppo facebook dei pendolari il commento del portavoce del Comitato, Da Re: "Quindi dopo il Vivalto non idoneo alla direttissima, si scopre che anche jazz non lo è... visto che entrambi perdono le porte nella galleria di San Donato all'incrocio con le FrecceRosse per lo spostamento dell'aria, il Vivalto nell'aprile 2012 e il Jazz adesso".
Aggiornamenti
Più di una settimana fa
Ceccarelli: "Lo sportello è saltato all'incrocio con un av"
Lo sportello sarebbe saltato a seguito di un incrocio del treno con un treno alta velocità. Lo riferisce l'assessore Vincenzo Ceccarelli su facebook: "Uno sportello di un treno Jazz nuovo di zecca, che salta nell'incrocio con un av nella galleria del San Donato. Da non credere. Abbiamo necessità che gli organi tecnici competenti, ci dicano quali sono le cause di questo incidente e che ci dicano una volta per tutte quali sono i treni che possono circolare in quella tratta della direttissima. Stiamo facendo uno sforzo senza precedenti per dare risposte ai pendolari, ma occorre che ognuno dei soggetti coinvolti faccia la sua parte fino in fondo. Altrimenti tale sforzo potrebbe vanificarsi".
Più di una settimana fa
Mugnai (FI): "E’ la Caporetto del servizio ferroviario regionale"
"Che un treno perdesse direttamente una porta non era ancora successo. Ora non si dice più, perché è successo oggi al treno Jazz 3171 mentre transitava sulla direttissima nella galleria di San Donato. Alla giustificata paura dei pendolari a bordo sono seguiti ritardi e disagi sulla linea, che definire non nuova a questo tipo di episodi sarebbe un eufemismo". Così il Presidente del gruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Stefano Mugnai. "Ancora guasti, ancora ritardi. Senza soluzione di continutià, un’autentica escalation. E oggi, in più, anche con il brivido del pericolo autentico. Ma a fronte di questa Caporetto del servizio ferroviario regionale cosa accadrebbe in un Paese normale, o in una regione normale? Qui ci dobbiamo contentare dei tweet di Rossi. Grazie del pensiero ma è davvero troppo poco".
Più di una settimana fa
La nota del Gruppo Ferrovie dello Stato
"Il treno regionale 3171 Firenze – Arezzo, effettuato con un nuovo elettrotreno Jazz, prodotto da Alstom, si è fermato oggi pomeriggio intorno alle 14.10 sulla linea direttissima Firenze – Roma, per la perdita dell’anta di una porta di accesso. I sistemi di sicurezza del treno hanno subito segnalato al macchinista l’avaria imponendogli l’immediato stop. Nessun danno ai viaggiatori. Attuate le procedure di sicurezza, il treno, fermo tra Rovezzano e San Donato, ha potuto proseguire la sua corsa fino alla stazione di Figline a velocità ridotta e con la porta presenziata dal personale di Trenitalia. A Figline i circa 100 passeggeri sono scesi e hanno continuato il viaggio sul treno regionale 3159. Si sono registrati rallentamenti sulla circolazione dei treni lungo la Direttissima, con deviazioni sulla linea lenta e ritardi medi di trenta minuti per 20 treni. Il nuovo elettrotreno Jazz, costruito da Alstom, è stato consegnato a Trenitalia il 31 dicembre 2014 e ha iniziato il servizio commerciale a fine marzo 2015. Trenitalia ha già avviato i dovuti accertamenti e chiesto alla ditta costruttrice Alstom tutte le verifiche tecniche".
Più di una settimana fa
Enrico Rossi: "Trenitalia e FS devono garantire sicurezza"
"A Rovezzano c'è stato un incidente ferroviario, per fortuna senza conseguenze per le persone. FS e Trenitalia devono garantire sicurezza, anche limitando la velocità dei treni dell'Alta Velocità", scrive il Presidente della Toscana su twitter. E ancora: "L'incidente avrebbe potuto avere conseguenze gravi. Sono molto preoccupato. Chiedo provvedimenti immediati a FS e Trenitalia".
Più di una settimana fa
Aggiornamento
Trenitalia fa sapere che la linea Direttissima è stata riaperta alle 16,15. Nessuna spiegazione ulteriore sull'accaduto, almeno per il momento

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
Chi avrebbe mai pensato che una statua raffigurante Gabri...