20.02.2018  13:20

Sgambatura dei cani: quattro aree per 3.300 mq già realizzate. In arrivo altre due

di Monica Campani
Dal 2016 investiti 21mila euro. In arrivo una nuova area cani a Figline e una a Incisa, per le quali sono stati stanziati 12mila euro


L'ultima in ordine di tempo è quella di via Petrarca: in tutto, però, finora sono state quattro le aree per la sgambatura dei cani realizzate dall'amministrazione comunale tra Figline e Incisa. Complessivamente 3.300 mq per una spesa di 21mila euro. Tutti giardini e spazi verdi delimitati e appositamente attrezzati, in cui i proprietari non hanno l’obbligo di dotare il proprio cane di guinzaglio né di museruola, ma possono lasciarlo libero di scorrazzare. Hanno però il dovere di tenere pulita la zona.

Queste aree si trovano in via La Pira a Incisa, 700 mq, all’interno dei giardini di via del Resco al Matassino, 1000 mq, in via Petrarca a Figline, 600 mq, e all’interno dei giardini Dalla Chiesa di via Roma sempre a Figline, 1000 mq.  Tutte sono dotate di appositi arredi con cestini e panchine. 

Le aree garantiscono la sicurezza ma sono soprattutto i proprietari dei cani che devono mantenere il decoro della zona:  la responsabilità del comportamento del cane, anche rispetto alla pulizia e all’igiene del luogo, resta infatti a carico di chi li porta in questi spazi. Per lo stesso motivo dovrà esser regolarmente iscritto all’anagrafe canina e, quindi, dotato di microchip o tatuaggio di riconoscimento, in modo da garantirne l’individuazione anche in caso di smarrimento.

Alle aree di sgambatura già esistenti presto se ne aggiungeranno altre due, in altrettanti luoghi di Figline e Incisa in fase di individuazione: sono stati già stanziati per questo 12mila euro per la realizzazione entro il 2018.

Per conoscere le norme di comportamento all’interno delle aree cani a Figline e Incisa si rimanda al seguente link: https://goo.gl/KwJWXw.

Sociale

 
comments powered by Disqus