14.04.2017  17:48

Serristori, la Asl ribadisce: "Ancora false notizie sulla riorganizzazione pediatrica"

di Monica Campani
L'azienda Usl Toscana centro ribadisce lo sviluppo delle attività dedicate ai bambini all'interno del Serristori. "A breve verrà definita la riprogrammazione dell’attività pediatrica che sarà progressivamente attuata a partire dal prossimo mese di giugno"


"Non è previsto alcun trasferimento dell’attività pediatrica del Serristori che continuerà ad essere garantita all’interno del presidio di riferimento di Figline e Incisa Valdarno. Lo ribadisce la direzione generale dell’Azienda USL Toscana Centro per tranquillizzare le mamme e le famiglie: l’assistenza e le cure ai piccoli pazienti residenti nel territorio non saranno fatte mancare. Anzi: com’è stato comunicato nei giorni precedenti, l’attuale organizzazione sarà sviluppata ulteriormente per fornire alla popolazione residente ulteriori e nuovi servizi che saranno svolti negli stessi locali dove oggi si svolgono le consulenze pediatriche".

Dopo le iniziative di protesta e di mobilitazione annunciate dai Cobas "al fine di impedire la chiusura del pronto soccorso pediatrico dell’Ospedale Serristori", la Asl Toscana centro torna a precisare con un comunicato la propria posizione e anzi annuncia azioni nei confronti di chi continuerà a diffondere notizie ritenute allarmistiche.

"L’Azienda USL Toscana Centro si riserva di intraprendere le opportune e doverose iniziative se, per quanto riguarda questo specifico tema, proseguirà la diffusione, a mezzo stampa e sui media social, di false notizie che hanno il solo scopo di ingenerare nella popolazione preoccupazione, ed in particolare mettono in allarme le famiglie".

"Nei giorni scorsi sulla riorganizzazione pediatrica all’interno del Serristori, erano infatti giunte rassicurazioni anche da parte del dottor Valdo Flori, segretario provinciale di FIMP – Federazione Italiana Medici Pediatri: il nuovo progetto è stato, infatti, concordato anche con i Pediatri di Famiglia che lo hanno apprezzato e ritenuto qualificante per soddisfare maggiormente le esigenze di cura dei piccoli pazienti i quali, al momento, possono contare sulla disponibilità di un solo medico che eroga le prestazioni all’interno del pronto soccorso e per le esigenze di una piccola parte dei pazienti in età evolutiva; si tratta, infatti, di un’attività che, tra l’altro, viene svolta solo al mattino e per sei giorni alla settimana".

La Asl Toscana centro continua: "Proprio in considerazione del fatto che gli attuali servizi non soddisfano pienamente i bisogni dei piccoli assistiti saranno realizzati nuovi Ambulatori di chirurgia e dermatologia pediatrica, visite specialistiche allergologiche, screening di oculistica. Sempre all’interno del Serristori sarà anche organizzato un Ambulatorio vaccinale per evitare di inviare i bambini dei pediatri che non vaccinano direttamente, in ambulatori lontani. Sarà anche implementato il servizio di day service per le patologie più frequenti, che richiedono approfondimenti diagnostici o somministrazione di farmaci sotto controllo medico. Sarà ulteriormente sviluppato anche il “Percoso Family” con il quale i Pediatri di famiglia richiedono gli esami urgenti durante l’arco della giornata con una risposta immediata che, insieme all’attivazione del “self help” ambulatoriale permette al Pediatra di gestire nel proprio studio la maggior parte delle patologie pediatriche".

Infine l'azienda sanitaria annuncia che presto sarà definita "la riprogrammazione dell’attività pediatrica che sarà progressivamente attuata a partire dal prossimo mese di giugno".

 

 

 

Sociale

 
comments powered by Disqus