16.06.2017  18:59

Seggiolini anti - abbandono, la senatrice Mattesini annuncia l'apertura del Governo a renderli obbligatori

di Monica Campani
“Dal Viceministro Nencini un’importante apertura per una norma che renda obbligatori i dispositivi di sicurezza”


dal blog della senatrice Mattesini, il seggiolino dell'Istituto tecnico di Bibbiena premiato dal Cnr.

commenti

Data della notizia:  16.06.2017  18:59

Dopo la tragedia consumatasi a Castelfranco con la morte di una bambina di un anno e mezzo, la senatrice Donella Mattesini ha presentato un’interrogazione parlamentare per chiedere di rendere obbligatorio l'uso dei dispositivi cosiddetti “anti-abbandono” sui seggiolini per bambini. Il Viceministro Riccardo Nencini ha assicurato l'impegno del Governo.

“Mi sono incontrata con il Viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, che ha la delega ai trasporti, e mi ha assicurato il suo impegno su questa tema – annuncia Donella Mattesini – In queste settimane è in discussione nelle Commissioni competenti del Senato il testo del nuovo codice della strada e secondo il Viceministro ci sono margini per l’inserimento di una norma specifica all’interno del disegno di legge. La discussione sulla riforma è già in fase avanzata e nelle prossime settimane il testo dovrebbe arrivare nell’Aula del Senato. Se questo non fosse possibile, non è esclusa la possibilità d’inserimento di un’apposita norma all’interno di un altro provvedimento.”

“Nencini e il Ministero hanno ben presente la questione che ho sollevato – continua la senatrice aretina - Ci sono molti dispositivi già brevettati che potrebbero essere facilmente applicati ai seggiolini per bambini con un costo minimo, tra questi c’è anche quello progettato dall’Istituto Tecnico E. Fermi di Bibbiena.”

“La prevenzione di queste tragici eventi è davvero a portata di mano, come per le cinture di sicurezza che salvano molte vite. Le tragedie di questi anni ci impongono un impegno immediato per la sicurezza dei nostri bambini”, conclude Donella Mattesini.

 

Politica

 
comments powered by Disqus