19.09.2017  17:45

Sciopero dei ferrovieri, partecipazione alta. E dopo l'aggressione in Valdarno i sindacati: "Non abbassiamo l'attenzione"

di Glenda Venturini
L'episodio segnalato oggi si sarebbe verificato, in realtà, ieri sera nella stazione valdarnese di Figline: i sindacati Filt-Cigl, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Fast, Ugl e Orsa sottolineano la gravità nel giorno in cui si è svolto lo sciopero regionale, con una adesione molto alta fra i lavoratori


È stata "altissima", in un primo bilancio dei sindacati, la partecipazione dei lavoratori ferroviari allo sciopero regionale indetto oggi da Filt-Cigl, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Fast, Ugl e Orsa della Toscana dopo l'aggressione di un capotreno avvenuta a Prato due giorni fa.

Una giornata che però è stata segnata anche dalla denuncia di un altro caso: un'altra aggressione a un capotreno, che si è verificata in Valdarno, alla stazione di Figline. "Proprio durante la preparazione dello sciopero, nella tarda serata di ieri sera, un altro episodio di aggressione ai danni di un Capo Servizio Treno si è verificato in Valdarno. Spintoni e sputi da parte di un viaggiatore sono stati rivolti al Ferroviere che stava svolgendo le proprie mansioni. Su questo tema, non abbasseremo mai l’attenzione", commentano i sindacati. 

Lo sciopero di oggi ha registrato una partecipazione molto alta dei lavoratori di Trenitalia, raggiungendo nel settore di Protezione Aziendale di RFI quasi la totalità degli addetti. "A questa forte presa di posizione dei lavoratori - sottolineano i rappresentanti sindacali - dovrà corrispondere una risposta aziendale e istituzionale concreta alla problematica legata alle aggressioni al personale. Le Segreterie Regionali e le RSU/RLS, ovviamente, esprimono grandissima soddisfazione per la riuscita dello sciopero e sanno che questo consenso dovrà servire ancor di più, per spronare tutti gli attori, dalla Regione alle Prefetture fino alle Aziende, a far sì che questi gravi atti di violenza non si verifichino più".

Sul fronte dei disagi per i pendolari, c'è da sottolineare che lo sciopero, della durata di 8 ore, si è svolto al di fuori delle fasce orarie di garanzia, dalle 9 alle 17. Non sono mancati però problemi per l'alto numero delle cancellazioni, con molti viaggiatori rimasti in stazione a lungo ad attendere uno dei pochi treni in circolazione.  

 

Cronaca

 
comments powered by Disqus