02.10.2015  14:17

Sammezzano, forse la svolta per il Castello. Interrogazione parlamentare dell'onorevole Becattini: "Le istituzioni se ne facciano carico"

di Glenda Venturini
L'interrogazione al Ministero dei beni culturali potrebbe costituire il primo passo verso una svolta sognata da molti: la richiesta dell'onorevole Lorenzo Becattini, è proprio di una tutela istituzionale in vista dell'asta. Intanto continuano le battaglie on line di tanti semplici cittadini


"Le istituzioni si facciano carico della tutela di Sammezzano". A chiamare in causa il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo è l’onorevole Lorenzo Becattini, deputato valdarnese (anzi, leccese, visto che risiede proprio a Leccio nel comune di Reggello) del Partito democratico, il quale ha presentato un’interrogazione parlamentare. 

Un interessamento pubblico è proprio l'atto su cui speravano in molti, per il futuro del Castello. Nella sua interrogazione l'Onorevole ripercorre l'intera storia di Sammezzano. "Il Castello ubicato nel comune di Reggello in provincia di Firenze, è uno dei luoghi più visitati d’Italia. Il suo attuale aspetto si deve al marchese Ferdinando Panciatichi Ximenes d’Aragona. Egli fu un personaggio straordinario vissuto nel 1800, fine orientalista, collezionista di libri antichi, architetto, poliglotta e politico".

"La struttura è inoltre circondata da un parco di 190 ettari, progettato dallo stesso Marchese insieme alla figlia Marianna, in cui vi sono numerose sequoie americane. Il castello è sempre stato una proprietà privata con destinazione urbanistica turistico-alberghiera. Qui inoltre sono stati girati diversi film, come “Il racconto dei racconti” di Garrone e quello sulla vita di Oriana Fallaci. È anche la location prediletta da molti stilisti per presentare le loro collezioni".

"Da anni - ricorda Becattini - numerosi volontari locali hanno costituito un’associazione per richiamare l’attenzione della comunità nazionale ed internazionale su Sammezzano, riscoprendo la figura del Marchese, organizzando visite guidate e operando interventi di piccola manutenzione per la sua conservazione". È il Comitato FPXA, che negli ultimi anni ha riaperto grazie ai suoi volontari il Castello al pubblico, con visite organizzate.

"Tuttavia - prosegue l’On. Becattini - il prossimo 20 ottobre si terrà un’asta giudiziaria per la vendita di questo castello, oggi di proprietà di una società inglese che lo rilevò da un fallimento. Non si può rimanere impassibili di fronte a questo: le Istituzioni devono farsi carico di questa situazione attuando ogni iniziativa volta a salvare questo tesoro unico nel panorama nazionale ed internazionale, affinché Sammezzano possa tornare a nuova vita".

Intanto continua la mobilitazione on line per salvare il Castello: la raccolta fondi lanciata da un giovane sangiovannese ha superato quota 2mila euro (ben lontani dai 40 milioni di euro che sono l'obiettivo stabilito, ma se non sarà raggiunta la somma finale ogni euro tornerà ai singoli donatori) ma soprattuto ha fatto già il giro del web; ed è nata a fianco anche una petizione on line, che ha già superato le 2.700 sottoscrizioni

Cronaca / Cultura

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
Il marketing è la disciplina che studia le strategie di v...