10.07.2015  18:36

Salvo l'ufficio postale di Meleto: dopo cinque mesi di attesa la buona notizia

di Monica Campani
Dopo l'annunciata chiusura dell'ufficio postale di Meleto insieme a quelli di Campogialli, Pieve a Presciano e Mercatale, è arrivata la notizia del suo mantenimento. il Sindaco: “Massima soddisfazione per un traguardo che premia il grande impegno profuso dalla nostra amministrazione comunale in sinergia con le altre istituzioni del territorio”


Dopo cinque mesi di attesa è arrivata la notizia auspicata dall'amministrazione comunale di Cavriglia: l'ufficio postale di Meleto rimarrà aperto. Il Sindaco: “Massima soddisfazione per un traguardo che premia il grande impegno profuso dalla nostra amministrazione comunale in sinergia con le altre istituzioni del territorio”.

La vicenda prende il via nel mese di marzo con la notizia della ventilata chiusura da parte di Poste Italiane, a causa del piano di razionalizzazione, di molti piccoli uffici postali. Tra questi anche le strutture di Meleto, Campogialli, Pieve a Presciano e Mercatale. I rispettivi sindaci iniziano subito la battaglia: vengono raccolte le firme per una petizione, si avvicendano gli incontri con i responsabili provinciali e regionali di Poste Italiane e con il presidente della Regione Toscana.  Scendono in campo i sindacati, l'Uncem, i consigli comunali e quello regionale. Ma le notizie positive non arrivano.

Qualche giorno fa, poi, i sindaci di Terranuova, Bucine e Pergine ricevono la notizia della chiusura degli uffici postali nei propri territori. Per Meleto, invece, la comunicazione è arrivata oggi ma per informare l'amministrazione comunale che lo sportello rimarrà aperto.

Il primo a esprimere soddisfazione è stato il sindaco di Cavriglia Leonardo Degl'Innocenti o Sanni: “Il mantenimento dell’Ufficio Postale inizialmente finito nel piano di razionalizzazione di Poste Italiane è senz’altro un risultato importante per Meleto, per il nostro fondovalle ed in generale per la tutta comunità cavrigliese. Oggi quindi non posso far altro che esprimere tutta la mia soddisfazione. Si tratta infatti di un risultato che premia l’impegno profuso quotidianamente dalla nostra amministrazione comunale la quale, fin dal primo giorno in cui l’Ufficio di Meleto venne messo in discussione, si è attivata per sensibilizzare i vertici provinciali e regionali di Poste Italiane sull’importanza del presidio inizialmente destinato alla chiusura. Una battaglia che abbiamo portato avanti in sinergia con tutte le altre istituzioni interessate dal provvedimento. In primis i Comuni valdarnesi di Bucine, Pergine e Terranuova. A tal proposito appare doveroso un ringraziamento nei confronti dell’Onorevole Marco Donati che ha sempre mostrato massima attenzione sulla vicenda ed ha supportato la nostra azione con impegno e dedizione fin dai primi giorni, promuovendo iniziative aperte alla cittadinanza e portando le nostre istanze nelle sedi più opportune".

"Sono molto rammaricato – ha continuato il Sindaco - per la diversa sorte riservata, purtroppo, da Poste Italiane per gli altri tre Uffici del Valdarno di Pieve a Presciano, Mercatale e Campogialli. Per questo mi preme sottolineare che l’Ufficio Postale di Meleto resterà aperto in virtù di alcuni requisiti fondamentali che noi abbiamo segnalato ai vertici di Poste Italiane. All’Ufficio Postale di Meleto infatti, afferiscono circa 4mila abitanti suddivisi tra Meleto e le altre frazioni cavrigliesi di fondovalle San Cipriano, Santa Barbara e Cetinale senza dimenticare le aziende dell'area industriale del fondovalle cavrigliese, una delle più importanti della Regione Toscana e soprattutto il futuro sviluppo dell'area mineraria che dal 2015 al 2021, che porterà nel territorio investimenti per oltre 80 milioni di euro. Senza tutto questo con ogni probabilità anche l’Ufficio di Meleto sarebbe stato destinato alla chiusura. Basti pensare che neanche due anni fa Poste Italiane non ha esitato a decretare le chiusura di Montegonzi".

 

Cronaca / Politica

 
comments powered by Disqus