30.10.2012  10:52

Rubano motorini portandoli via con una monovolume. Una telecamera li tradisce. I carabinieri li arrestano

di Monica Campani
Si erano specializzati in furti di motorini che smembravano e poi all'interno di scatoloni mandavano in Tunisia. Ma le telecamere di San Giovanni li hanno ripresi. I carabinieri della compagnia di Figline li hanno rintracciati ed arrestati. Si tratta di due tunisini di 45 e 33 anni


Il video che ha incastrato i ladri di motorini

commenti

Data della notizia:  30.10.2012  10:52

Rubavano i motorini in pochi secondi: il tempo di prenderli e caricarli su una monovolume. Poi li smembravano e li mandavano in Tunisia all'interno di scatoloni. Il loro commercio è terminato grazie alle telecamere di San Giovanni ed i carabinieri della compagnia di Figline che li hanno rintracciati ed arrestati. Si tratta di due tunisini di 45 e 33 anni. In tutto 9 sono stati i motorini recuperati.

I furti si erano concentrati tra Terranuova, Montevarchi, San Giovanni, Incisa, Figline, Greve in Chianti e Firenze. L'ultimo in ordine di tempo, però li ha incastrati. Nel video, infatti, registrato a San Giovanni il 9 ottobre e visionato dai carabinieri della compagnia locale, si vedono i due mentre prelevano il motorino, lo caricano su una Chrysler e poi fuggono indisturbati. L'operazione dura 15 secondi.

I carabinieri della compagnia di San Giovanni inviano il filmato anche ai colleghi di FIgline che riconoscono la macchina per evidenti ammaccature ed i due tunisini. Domenica mattina la monovolume esce dal casello autostradale di Inicsa- Reggello. I carabinieri impegnati in un posto di blocco la ferma per un controllo. All'interno trovano un ciclomotore Yamaha, modello Aerox, chiuso a chiave e con il blocca - dischi inserito. Gli accertamenti permettono di scoprire che è stato rubato a Firenze poco prima. 

La perquisizione dei carabinieri nella cantina dell'abitazione di Figline di uno dei due tunisini ha portato alla scoperta di documenti, targhe, motorini e pezzi di essi, pronti per essere inscatolati ed inviati in Tunisia. In tutto ben 9 mezzi rubati tra il 15 agosto ed il 28 ottobre. Entrambi sono stati arrestati per furto aggravato e portati nel carcere di Sollicciano.

Con questa operazione i carabinieri della compagnia di FIgline hanno rintracciato circa metà dei motorini che ogni anno vengono rubati in Valdarno fiorentino. L'ultimo colpo, sventato, risale al 6 ottobre: in quel caso fu un minorenne ad avere guai con la giustizia per il furto di una vespa.

Il mezzo rubato a Firenze è stato subito restituito al proprietario che non si era accorto del furto. Sono stati i carabinieri, con una telefonata, ad avvertirlo di quanto accaduto.

A questo proposito i carabinieri lanciano un consiglio: legate i motorino con una catena a qualcosa oppure ad un altro mezzo così che non possano essere portati via.

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questa recensione andremo a recensire un...
Leonardo Matassoni
Diritto all'architettura
CONSIDERAZIONI POLITICAMENTE SCORRETTE SU NATURA E DEMOCR...
Roberto Riviello
Controcorrente
Come fece Maximilen de Robespierre ad annullare la Costit...