12.02.2012  11:01

Roberto Baggio, mito e santità sul palco del Fahrenheit festival

di Andrea Tani
Vanni Santoni e Matteo Salimbeni presentano il loro "L'ascensione di Roberto Baggio" sabato 18 febbraio. Un viaggio sulle tracce del 'Divin codino', un'indagine mistica sulla carriera diventata coscienza collettiva di tutto il Paese.


Una biografia non basta per raccontare la vita di Roberto Baggio. Vent’anni di gol, mondiali, trasferimenti, polemiche. E poi le sue magie in campo. Un’entità più grande della cronaca sportiva, patrimonio e coscienza collettiva di un’intera nazione. Serviva un romanzo, un’epica capace di onorarne le gesta. “L’ascensione di Roberto Baggio” (Mattioli 1885) è proprio questo. Gli autori, il montevarchino Vanni Santoni e Matteo Salimbeni, lo presenteranno nella serata conclusiva del Fahrenheit festival, sabato 18 febbraio.

“L’ascensione di Roberto Baggio” è il pellegrinare dei due autori sulle tracce del campione di Codogno. Incaricati da un misterioso editore, i due iniziano un viaggio attraverso le città e i luoghi simbolo della carriera di Baggio. Ad ogni tappa un incontro con personaggi tra il grottesco e il magico. Ognuno di loro ha una storia da raccontare, un tassello da aggiungere al ritratto biografico. Ciò che resta alla fine è qualcosa che trascende la cronistoria della vita di Baggio: è piuttosto una mitografia, la leggenda dell’uomo più grande degli altri, un santo capace, per chi vorrà credere, di “ascendere” al cielo. La scrittura volutamente iperbolica, ricalcata su certi vizi della cronaca sportiva, sinceramente “devota” ma sempre ironica, fanno de “L’ascensione” un romanzo in grado di divertire e commuovere.

Vanni Santoni è nato a Montevarchi nel 1978. Ha pubblicato il suo primo libro, “Personaggi precari” (Rgb) nel 2007, dopo aver vinto il concorso ‘Scrittomisto’. Un anno più tardi esce il romanzo “Gli interessi in comune”, edito da Feltrinelli. Nell’autunno scorso è la volta di “Se fossi fuoco, arderei Firenze” (Laterza). Ha pubblicato racconti e reportage su importanti quotidiani e rivista nazionali. Tiene una rubrica quotidiana sul “Corriere fiorentino”.

Matteo Salimbeni è un drammaturgo fiorentino classe 1982. Diplomato alla Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi di Milano, fonda la compagnia ExpoiTeatro ed è autore di varie opere rappresentate in tutta Italia. È autore di due e-book su Zlatan Ibrahimovic e Giampaolo Pazzini, pubblicati con la New Editing Libri. È co-autore de ‘Lo ZenoBattaglia - il (primo e) novissimo dizionario di Youtube’.

Saranno insieme sul palco del Fahrenheit festival per un incontro a metà strada tra calcio e letteratura, sabato 18 febbraio a partire dalle 21.15.

Vanni Santoni e Matteo Salimbeni presentano “L'ascensione di Roberto Baggio” (Mattioli 1885)
blog - facebook
Sabato 18 Febbraio 2011, 21:15
Fahrenheit Festival
Auditorium Le Fornaci, Terranuova Bracciolini (AR)
ingresso a donazione libera



Cultura

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
Il marketing è la disciplina che studia le strategie di v...