13.10.2017  13:03

Risoluzione del contratto con la ditta del Piuss, l'antistadio resta al comune. Chiassai: "Salvato un luogo importante"

di Glenda Venturini
Si chiude senza che siano terminati tutti i lavori previsti, l'appalto Piuss che riguardava il centro storico e gli impianti di Levanella. E così l'antistadio non andrà in pagamento alla ditta. Lo annuncia la prima cittadina di Montevarchi: "Abbiamo raggiunto un accordo che consente alla comunità di continuare ad usufruire dell'antistadio, che così resterà patrimonio pubblico"


commenti

Data della notizia:  13.10.2017  13:03

C'è la proposta di risoluzione del contratto Piuss per centro storico e impianti di Levanella: e l'amministrazione di Montevarchi ha ottenuto che, in cambio, l'antistadio resti al comune. L'annuncio arriva direttamente dal sindaco, Silvia Chiassai Martini, che ha pubblicato sul proprio profilo facebook un video per spiegare ai cittadini la novità. "La mia amministrazione è riuscita a salvare l'antistadio, ci tengo personalmente ad annunciarlo", ha detto Chiassai. 

L'antistadio, lo ricordiamo, faceva parte di un pacchetto con cui il comune di Montevarchi si era impegnato a pagare la ditta appaltatrice dei lavori Piuss nel centro storico e della costruzione degli impianti sportivi a Levanella. "La ditta ha avanzato proposta di risoluzione del contratto, perché non in grado di completare tutti gli interventi entro il termine utile per la rendicontazione del Piuss - spiega la prima cittadina - e noi abbiamo trovato quindi un accordo per far sì che l'antistadio resti a disposizione della nostra comunità, e non sia quindi più ceduto alla ditta". 

Per i lavori già eseguiti, la ditta ha già ottenuto lo scorso inverno le ex carceri di piazza Vittorio Veneto, come era previsto dal bando, e le quote restanti saranno versate in denaro: "Pagheremo i lavori effettuati, per salvare invece l'antistadio", ha spiegato Chiassai Martini. Mentre per Levanella, a questo punto, cambiano i piani: "Qui abbiamo in progetto di realizzare una pista di atletica e ciclismo, che a questo punto è una priorità dal punto di vista dell'associazionismo sportivo". 

Ora la proposta di modifica delle condizioni dovrà passare all'approvazione del consiglio comunale: "Mi auguro che tutte le forze politiche siano al nostro fianco per salvare l'antistadio, visto che purtroppo per scelte poco lungimiranti della vecchia amministrazione abbiamo dovuto comunque cedere le ex carceri: era una sede ideale per la Polizia municipale, e non la abbiamo più a disposizione. Per l'antistadio invece siamo intervenuti in tempo". 

 

Cronaca / Politica

 
comments powered by Disqus