20.03.2012  19:37

Questione Le Borra: tutti insieme per contrastare la realizzazione della discarica

di Monica Campani
La rete di coordinamento del Valdarno aretino, fiorentino e della Valdisieve ed il comitato “Vittime della discarica di Podere Rota”, prenderanno parte alla seduta della V commissione consiliare permanente, competente in materia di ambiente e assetto del territorio. Scambio di contributi ed elementi per predisporre le osservazioni da presentare al piano interprovinciale


Nessuno la vuole. Questo è certo. Lo hanno ribadito anche i sindaci del Valdarno sottoscrivendo un documento nel quale sono state ribadite alcune linee fondamentali. Due in maniera particolare: la richiesta dello stralcio dal piano interprovinciale dei rifiuti della discarica di Le Borra e la certezza che, se questo non dovesse accadere, dall'area fiorentina non potrebbero più portare i propri rifiuti nella discarica di Podere Rota perché il patto di reciprocità si interromperebbe.

Oltre al documento i sindaci stanno predisponendo anche le osservazioni tecniche. Per questo il consiglio comunale di San Giovanni affronterà il problema con un'apposita seduta della V commissione consiliare permanente che è stata convocata per mercoledì 21 marzo. L’ufficio di presidenza del consiglio comunale di San Giovanni, nella seduta del 13 marzo scorso, ha infatti accolto la richiesta proveniente dalla Rete di coordinamento del Valdarno aretino, fiorentino e della Valdisieve e dal Comitato “Vittime della discarica di Podere Rota”, di organizzare un’audizione dei propri rappresentanti e degli esperti per acquisire contributi utili all’amministrazione per la predisposizione dell' osservazione al piano Interprovinciale per la gestione dei rifiuti delle province di Firenze-Prato-Pistoia.  Lo scopo è quello di individuare azioni forti e concrete per scongiurare il rischio dell’apertura di una ulteriore discarica in Valdarno.

Politica

Edizioni locali collegate:  San Giovanni

 
comments powered by Disqus