12.09.2017  13:33

Pulizia di borri e torrenti, il Consorzio presenta il cronoprogramma al comune: lavori in partenza dal 20 settembre

di Glenda Venturini
Dopo numerose sollecitazioni da parte dell'amministrazione comunale di Figline e Incisa, il Consorzio di bonifica ha comunicato le date dei lavori: i primi interventi già dal 20 settembre, la seconda parte a novembre


commenti

Data della notizia:  12.09.2017  13:33

Partiranno da mercoledì 20 settembre, i primi lavori di ripulitura di borri e torrenti nel territorio comunale di Figline e Incisa, a cura del Consorzio di Bonifica Alto Valdarno. Il cronoprogramma è stato trasmesso nei giorni scorsi dallo stesso Consorzio al comune, in seguito alle varie sollecitazioni che l’Amministrazione ha inviato all’ente tra luglio e agosto, come sottolinea proprio il comune. 

Agire in fretta, prima dell'inizio della stagione delle piogge più intense, era l'obiettivo. E l'amministrazione ha inviato due comunicazioni al Consorzio, seguite la scorsa settimana da un incontro tra la sindaca Giulia Mugnai e la vice Caterina Cardi con i veritici dell'ente, il direttore generale Francesco Lisi e il Presidente Paolo Tamburini. “Abbiamo sollecitato da tempo gli interventi sul reticolo idrico minore del nostro territorio, dove la vegetazione spontanea ha raggiunto livelli preoccupanti - hanno spiegato Mugnai e Cardi - per questo la scorsa settimana abbiamo incontrato di persona i vertici del Consorzio di Bonifica, per chiarire il cronoprogramma e sollecitare gli interventi che riteniamo assolutamente urgenti e non più rinviabili, in modo da farci trovare pronti in vista dell’approssimarsi della stagione piovosa ed evitare il verificarsi di situazioni di criticità”.

 

Ora, dunque, i lavori sono pronti a partire. Dal 20 settembre si avviano le prime due fasi: una, dal costo di 62mila euro, interesserà il Borro di Ponterosso, il Torrente del Cesto, il Borro di Fracassi, il Fosso della Granchia, il Borro dei Bagnoli, il Borro di Moriano, il Fosso del Burchio, il Borro di Lagaccioni e il Fosso delle Campane. L'altra fase dei lavori di ripulitura, invece, riguarderà il Torrente del Resco, con un investimento di 2.900 euro.

Il terzo lotto partirà invece dal 30 settembre: in questo caso l'investimento è di 70mila euro e riguarda interventi sul Torrente del Cesto (compreso il Guado Argini Arno), sul Borro di Ponterosso (fino al deposito comunale), sul Borro di Tagliafune e su Borro di Sant’Andrea, con partenza fissata al 30 settembre.

Infine, per il mese di novembre sono già stati programmati altri quattro lotti di lavori con un investimento complessivo di 165mila euro: in questo caso le manutenzioni sui corsi d'acqua riguarderannosia il fiume Arno, sia torrenti come il Borro delle Volpaie, il Borro dei Frati, il Torrente del Cesto, il Fosso del Burchio, il Fosso dei Bagnani al Restone, il Borro di Vincesimo, il Borro del Valico, il Fosso del Selceto, il Borro della Golfonaia, il Borro dell’Alberaia e il Torrente Faella.

Infine, il Consorzio di Bonifica ha comunicato all’Amministrazione che sono in fase di affidamento anche i lavori di manutenzione straordinaria sul fiume Arno nel tratto in prossimità dell’abitato di Incisa: un intervento da 35mila euro. In corso, invece, la progettazione per il ripristino delle opere di immissione del Fosso dell’Abate nell’Arno, nella zona di Lagaccioni.

Cronaca

 
comments powered by Disqus