21.04.2016  00:44

Progetto Ami: bambini, anziani e il rottweiler Ugo continuano il percorso dell'integrazione

di Monica Campani
Il progetto abbattiamo il muro dell'isolamento si è tenuto nella scuola elementare di Meleto. Vi hanno preso parte i bambini della seconda classe, gli anziani della Rsa Belvedere di Neri, i ragazzi del Cnetro L'Ottavo giorno e Sergio Piccioli, educatore cinofilo A.I.C.S.E.F, con il rottweiler Ugo


commenti

Data della notizia:  21.04.2016  00:44

La continuità del Progetto Ami e l'alternanza da bambini delle materne a quelli delle scuole elementari hanno prodotto frutti importanti: un'interazione profonda e vicendevole tra gli anziani della Rsa Belvedere di Neri, i bambini della seconda elementare di Meleto, i ragazzi del Centro L'Ottavo giorno e Ugo, il rottweiler di Sergio Piccioli, educatore cinofilo di A.I.C.S.E.F,  che ha rappresentato l'anello di chiusura di questo scambio di valori, sentimenti e esperienze.

L'appuntamento con Ami, il progetto 'Abbattiamo il muro del'isolamento", si è ripetuto alla scuola elementare di Meleto ed è iniziato con le interviste dei bambini agli anziani: i piccoli giornalisti hanno chiesto come era la scuola una volta, come si raggiungevano le strutture, cosa si studiava, come erano gli insegnanti.
 

E anche l'intervento di Ugo si è incentrato, oltre che sui consueti comandi, anche sull'educazione cinofila e civica: Sergio Piccioli ha cercato di spiegare ai piccoli cosa si può e deve fare in presenza di un cane, cosa è meglio evitare, quali sono i comportamenti più corretti.
 

Momento suggestivo e importante anche quello dedicato al Centro L'Ottavo giorno: Marisa Rossi ha dimostrato come la musica, che scandisce e accompagna ogni attimo della nostra vita, diventa un linguaggio universale e diretto al cuore. 
 

Una mattina proficua e ricca di significato che ha dimostrato quanto sia importante creare un filo diretto tra persone diverse attraverso i vari stadi dell'esistenza, in questo caso i bambini dalle materne alle elementari. Alla fine quelle diversità non solo non esisteranno più ma diventeranno strumento di crescita e di arricchimento personale.
 

Sociale

 
comments powered by Disqus