22.02.2016  14:11

Parcheggio alla stazione di Figline, si infiamma il dibattito. Ma ormai da anni mancano interventi di manutenzione

di Eugenio Bini
Mercoledì il comitato Pendolari verrà ascoltato dalla commissione trasporti. Giovedì il consiglio comunale di Figline e Incisa discute la proposta presentata dal Pd, con l'ipotesi di posti a pagamento per i non residenti. Ma intanto il parcheggio di piazza Caduti di Pian d'Albero è in stato di degrado: voragini e avvallamenti.


Settimana importante per i pendolari di Figline. Mercoledì il Comitato Pendolari Valdarno Direttissima sarà ascoltato dalla commissione trasporti in vista della discussione di giovedì in consiglio comunale.

All’ordine del giorno infatti c’è la mozione presentata dal Pd  che chiede alla giunta  “di trovare soluzioni per agevolare la fruibilità da parte dei residenti del Comune di Figline e Incisa, anche valutando il corrispettivo per l'utilizzo dei parcheggi per da parte dei residenti di altri Comuni".

I pendolari  e le forze politiche dei comuni limitrofi a Figline sono intervenuti per cercare di evitare l’istituzione di parcheggi a pagamento in piazza Caduti di Pian d’Albero e in piazza della Libertà.

Ma intanto i due parcheggi necessitano di lavori di manutenzione. In particolare piazza Caduti di Pian d’Albero presenta numerose buche e avvallamenti: in alcuni casi vere e proprie voragini. Una situazione che avevamo descritto tre anni fa e che non è minimamente cambiata.

Non è migliore la situazione della piazza dello stadio: all’interno dello stretto passaggio sotto la ferrovia - da sempre molto trafficato - si sono formate profonde buche.  Del resto in questi anni sono stati effettuati solo lavori per il rifacimento della segnaletica orizzontale.

Nella mozione il Pd sottolinea che “sono necessarie continue manutenzioni sia al manto stradale che alla segnaletica”. Peccato che in questi anni il manto stradale non sia mai stato rinnovato. 
Aggiornamenti
Più di una settimana fa
La disapprovazione del sindaco di Castelfranco Piandiscò
Sull'ipotesi di mettere a pagamento il parcheggio della stazione ferroviaria il sindaco Enzo Cacioli scrive al collega di Figline Incisa Giulia Mugnai: “Sarebbe una tassa di soggiorno immotivabile che penalizza principalmente i pendolari e quanti dei centri vicini utilizzano quell’area di sosta”. Disapprovando in pieno questa prospettiva, a tutela dei numerosi lavoratori e studenti provenienti dai centri di Faella, Piandiscò e Castelfranco di Sopra, Cacioli ricorda alla collega quanto “questa prospettiva, di forte impatto sociale, penalizzi principalmente i pendolari e quanti dai centri vicini utilizzano il parcheggio per usufruire del trasporto su treno e magari raggiungere i posti di lavoro e di studio. Numerose sono le rimostranze pervenutaci dalle centinaia di pendolari del nostro comune e dalle associazioni che si occupano di mobilità sostenibile costretti, nell’eventualità, a pagare una vera e propria tassa di soggiorno immotivabile”

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Roberto Riviello
Controcorrente
Il 19 gennaio 2000, in Tunisia, moriva Bettino Craxi: a r...
Luca Franchi
Il Dottore delle Piante
Torna per il 5° anno consecutivo il corso “mustR...
Julian Carax
Un.Dici
“Il Canada, per la prima volta nella sua storia cestistic...
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...