10.07.2015  17:10

Piove in treno, rivoli d'acqua nei vagoni: i pendolari documentano tutto. "Così (non) funzionano i condizionatori a bordo"

di Glenda Venturini
Quando il sistema di condizionamento funziona male, il problema non è solo il caldo nei vagoni: in questi giorni i pendolari del Valdarno sono alle prese con docce gratuite offerte a bordo. E la polemica cresce


"Oggi nel treno delle 16.09 per Foligno si faceva la doccia: i filtri dell'aria condizionata perdevano acqua abbondantemente". Tre giorni dopo, stesso treno: "Oggi l'effetto è di un rubinetto aperto, abbiamo fatto presente il problema al controllore che ha detto che per fermare l'acqua dovrebbe spegnere l'aria condizionata...". 

Eccolo qui, il nuovo problema dei pendolari, se mai ce ne fosse stato bisogno: sui treni e nei vagoni in cui l'impianto di condizionamento è acceso si rischia la doccia non richiesta. Perché evidentemente gli impianti non funzionano come dovrebbero, con il risultato che, di fatto, consiste nella formazione d'acqua che poi scende e gocciola sui malcapitati viaggiatori. 

I pendolari del Valdarno documentano con le fotografie la situazione: in certi casi si nota proprio il rigagnolo d'acqua per terra. "Il signore davanti a me si è dovuto alzare causa doccia d'acqua che ha riempito il sedile", racconta una pendolare. Negli ultimi giorni sono numerose le segnalazioni di questo tipo. 

Questa mattina l'ultimo episodio a bordo di una carrozza del regionale 3164. "Gli impianti di condizionamento dell'aria sono penosi: non funzionano mai (a parte la mattina quando non servirebbero quasi mai) e perdono acqua allagando le carrozze", documenta un pendolare sulla pagina fb del Comitato del Valdarno. E un'altra viaggiatrice gli risponde: "Sono tre giorni che mi ritrovo a situazioni simili, ma nei treni serali... da depressione!".

Cronaca

 
comments powered by Disqus