12.04.2017  08:00

Pd-Lorenzini, è rottura. Nelle prossime ore il Partito Democratico sceglierà un nuovo candidato sindaco

di Eugenio Bini
Dopo giorni di tensione tra il primo cittadino e il Partito Democratico nella riunione di ieri sera è stata sancita la rottura definitiva. Già nelle prossime ore il Pd tornerà a riunirsi per poi comunicare il nuovo candidato sindaco: ecco i nomi in lizza. Intanto Lorenzini domani annuncerà in una conferenza stampa le sue mosse. Sul tavolo l'ipotesi di una lista civica.


Dopo settimane di grandi tensioni a Rignano, è ormai definitivamente saltata la candidatura di Daniele Lorenzini per il Partito Democratico. La rottura è avvenuta nel corso dell'assemblea di lunedì sera: già oggi è in programma una nuova assemblea del Partito che dovrebbe presentare ufficialmente un nuovo candidato.

Circola con insistenza il nome di Giampaolo Maremmi, già sindaco di Rignano negli anni '80, con un passato nel Pci, poi Ds e infine Pd. Esponente politico di Troghi, in buoni rapporti con Tiziano Renzi, ma non il classico profilo renziano. Le alternative sono alcuni membri dell'attuale giunta Lorenzini, ma anche l'ex capogruppo e assessore Angelo Raffaele Tursi. Solo nelle prossime ore verrà presa la decisione.

Nemmeno due mesi fa i democratici avevano scelto per acclamazione Lorenzini come candidato per il secondo mandato. Ma dopo le scissioni a livello nazionale e l'inchiesta Consip anche a Rignano la situazione è precipitata, con Lorenzini che non ha lesinato critiche sulla gestione del partito, mentre Tiziano Renzi si autosospendeva da segretario.

Anche la nomina di un gruppo di reggenti a capo del partito non ha consentito la ricucitura, come del resto era emerso già nei giorni scorsi. Secondo quanto si apprende, il Partito Democratico avrebbe posto una serie di condizioni a Lorenzini quali: il simbolo del Pd sulla lista, una lista di nomi bloccata, il recupero della fiducia dagli iscritti, e continuità amministrativa. Condizioni non accolte dal sindaco.

Domani sera è in  programma una nuova assemblea del Partito Democratico nella quale potrebbe uscire il nome del nuovo candidato, evitando le primarie. Le scelte sembrano già essere state prese.

Rimane adesso da capire se Lorenzini deciderà comunque di presentare una propria lista autonoma dall'attuale partito di maggioranza a Rignano. E sembra questa la direzione intrapresa dall'attuale primo cittadino, che ha convocato per domani a mezzogiorno una conferenza stampa al Bar-Pasticceria Feroci. A pochi metri di distanza da quella sede del Pd dove ieri sera si è consumato lo strappo definitivo.

 

Politica

 
comments powered by Disqus