31.01.2017  11:54

Parcheggio della stazione, per l'asfalto servono 200mila euro. Giulia Mugnai: "Confronto in corso con gli altri comuni"

di Glenda Venturini
In Consiglio comunale una interrogazione della capogruppo Pd Francesca Farini ha riportato l'attenzione sulla questione del parcheggio di piazza Caduti di Pian d'Albero. Qualche apertura da parte delle amministrazioni comunali limitrofe c'è, e il comune cerca dunque di ottenere una compartecipazione alla spesa


commenti

Data della notizia:  31.01.2017  11:54

Si torna a discutere del parcheggio di piazza Caduti di Pian d'Albero, a Figline, il piazzale del parcheggio utilizzato dai pendolari della stazione ferroviaria. Fra asfalto sconnesso, buche e strisce semicancellate, la necessità di un intervento di manutenzione è stata ribadita più volte: ma per ora è tutto fermo al palo. "Servono 200mila euro", ha spiegato in consiglio comunale la sindaca Giulia Mugnai, aggiungendo che si sta cercando di lavorare ad un accordo con le altre amministrazioni comunali, dalle quali ci sono delle prime aperture per una possibile compartecipazione alle spese. 

A riaprire il dibattito una interrogazione in Consiglio comunale presentata dalla capogruppo Pd Francesca Farini. "Il dibattito risale ormai a circa un anno fa: con una mozione si chiedeva di coinvolgere anche gli altri comuni nelle spese che possono essere necessarie per i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria del parcheggio che, come ormai noto, è utilizzato molto anche da pendolari da fuori comune". In quella occasione, fu accantonata l'ipotesi di istituire posti a pagamento, tanto contrastata dai pendolari. Anche per questo si era puntato alla compartecipazione delle spese fra comuni: "Nel frattempo - ha aggiunto Farini - abbiamo avuto alcune prime risposte positive dalle altre amministrazioni, e quindi vorremmo capire a che punto siamo". 

La risposta è arrivata dalla sindaca di Figline e Incisa, Giulia Mugnai: "In questi mesi abbiamo fatto fare una valutazione all'ufficio tecnico comunale sulla piazza: l'area di parcheggio è di circa 13.500 metri quadrati, e in base ad alcuni sopralluoghi è risultato che servirebbe una manutenzione straordinaria che avrebbe un costo di circa 200mila euro per la riasfaltatura. È chiaro che di questo intervento c'è effettivamente bisogno: per questo stiamo cercando di confrontarci con le altre amministrazioni che si sono dette disponibili a venire in aiuto di questo intervento".

Il comune di Figline e Incisa continua dunque a ricercare una compartecipazione alla spesa da parte dei comuni limitrofi, dai quali qualche apertura c'è già stata. Nel frattempo si studiano soluzioni più a lungo termine, per aumentare le disponibilità di posti auto per i pendolari. "Valutiamo - ha aggiunto la sindaca - eventuali ipotesi di ampliamento del parcheggio, ma le aree potenzialmente utilizzabili sono di proprietà privata, e quindi da sottoporre a vincolo di pubblica utilità e esproprio. Un percorso più lungo e complicato, che, anche per questo, resta per ora in fase di valutazione".

Un'altra soluzione per i pendolari potrebbe essere quella di realizzare invece un parcheggio scambiatore: "Li hanno richiesti i comitati dei pendolari, potrebbero essere localizzati in altre zone. L'obiettivo sarebbe di aprire un tavolo di confronto fra i comuni di Figline e Incisa, Castelfranco Piandiscò e Reggello", ha concluso Giulia Mugnai. 

Politica

 
comments powered by Disqus