24.09.2019  19:27

Palestra di Pian di Scò, il comune affida le verifiche di vulnerabilità statica e sismica. Polemiche delle opposizioni

di Glenda Venturini
Il Movimento 5 Stelle attacca: "Avevamo sollecitato già nel 2016, assurdo che si facciano solo oggi. Il Sindaco riferisca in Consiglio". La Lista Civica, che aveva sollevato il caso: "E pensare che Cacioli ci aveva accusati di allarmismi"


commenti

Data della notizia:  24.09.2019  19:27

Sono state affidate con determina di lunedì 23 settembre 2019, le verifiche di vulnerabilità statica e sismica della palestra comunale di Pian di Scò. L'edificio, utilizzato dalle vicine scuole, era finito al centro di un botta e risposta fra l'opposizione della Lista Civica, che ne chiedeva la chiusura per la mancanza delle verifiche, e il sindaco Enzo Cacioli che aveva invitato a non fare allarmismi. 

Oggi, dopo l'affidamento delle verifiche, il Movimento 5 Stelle di Castelfranco Piandiscò commenta: "Manifestiamo tutto il nostro disappunto nell’apprendere che viene dato solo adesso l’incarico per le verifiche di vulnerabilità statica e sismica della palestra comunale di Piandiscò. Tali verifiche sono obbligatorie per tutti gli edifici pubblici strategici e rilevanti (scuole, palestre, palazzo comunale) in seguito alla Legge 228 del 24 Dicembre 2012, indipendentemente dalla presenza di progetti, e/o collaudi di conformità tecnica e/o amministrativa. Già nell’ottobre del 2016 il MoVimento 5 Stelle aveva presentato un’interrogazione a riguardo, seguita da altre azioni in Consiglio Comunale che sembrano adesso essere cadute nel vuoto a discapito della sicurezza dei cittadini. Chiediamo quindi al Sindaco di riportare in Consiglio Comunale sulle dichiarazioni rilasciate a mezzo stampa e sullo stato delle verifiche per tutti gli edifici pubblici, in particolare le scuole".

E la Lista Civica, che per prima aveva lanciato l'allarme sulle condizioni della palestra, scrive su facebook: "No allarmismi... ma intanto il sindaco, allarmato, con delibera del 23 settembre dà, ora, un incarico da oltre 10mila euro di spesa per le verifiche di vulnerabilità statica e sismica che dovevano essere state fatte nel lontano 2015...". 

Cronaca / Politica

 
comments powered by Disqus