08.10.2018  17:22

Gruccia, interrogazione di Marchetti (FI) in Regione: "Che si aspetta ad attuare la mozione sul riconoscimento di primo livello?"

di Glenda Venturini
Il Capogruppo di Forza Italia Maurizio Marchetti interroga la giunta toscana sull'Ospedale del Valdarno e sugli impegni presi a maggio. Poi aggiunge: "Necessario chiarire anche lo stato e le prospettive del reparto di Oncologia"


"Riclassificare l’ospedale valdarnese di Santa Maria alla Gruccia rendendolo di primo livello, in attuazione della mozione approvata nel marzo scorso dal Consiglio regionale, e chiarire stato e prospettive del reparto di Oncologia del presidio dopo l’appello lanciato dal sindaco di Montevarchi": sono i punti su cui il Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Maurizio Marchetti, ha presentato una interrogazione alla giunta toscana, richiamando la mozione con cui l’Assemblea toscana impegnava alla riclassificazione dell’ospedale attraverso una mozione che vedeva tra i promotori il predecessore di Marchetti, oggi onorevole di Forza Italia Stefano Mugnai.

Marchetti ricorda l'atto: "La Mozione n. 1155 approvata a larga maggioranza lo scorso 14 marzo “Per una integrazione delle disposizioni interenti la classificazione dei presìdi ospedalieri per adeguare la risposta sull'emergenza e urgenza nei bacini di riferimento interessanti più di un’area vasta” a firma dei Consiglieri Mugnai, De Robertis, Scaramelli, Sostegni, Vadi e Monni chiedeva alla Giunta, in tema di classificazione dei presìdi ospedalieri e nella predisposizione del Piano sanitario e sociale integrato 2018-2020, di adeguare la risposta sull’emergenza-urgenza ai bisogni dell’utenza di bacini ricadenti contemporaneamente su più di un’area vasta, anche prevedendo misure di potenziamento".

"L’impegnativa però - scrive Marchetti - non appare essere mai stata attuata". A questo, il Consigliere regionale di Forza Italia somma "i dubbi legati all’oncologia, con l’appello sulle criticità legate al reparto dell’ospedale di Montevarchi, che sembrerebbe in corso un depotenziamento di quel reparto, con lo spostamento ad Arezzo delle visite per i malati oncologici e il carico di lavoro (follow up) gestito da personale medico ridotto all’osso (due soli medici)".

La richiesta di Marchetti alla giunta è di chiarire "i motivi per cui non sia stata data attuazione alla Mozione n.1155 per il potenziamento dell’ospedale a struttura di “Primo Livello” e le prospettive del reparto di oncologia in termini di personale dedicato". 

Politica / Sociale

 
comments powered by Disqus