16.10.2019  10:57

Occhi puntati su Bekaert in vista del tavolo al Mise: questa sera l'incontro pubblico a Figline

di Glenda Venturini
Negli ultimi giorni gruppi di lavoratori si sono ritrovati davanti ai cancelli, per mantenere alta l'attenzione sulla vertenza che li vede ancora in bilico. Il 24 ottobre il tavolo al Ministero da cui si attendono risposte chiare. Stasera l'incontro voluto dal Comune, con sindacati e rappresentanti istituzionali a vari livelli


C'è attesa fra gli oltre duecento lavoratori Bekaert di Figline rimasti ancora in vertenza. La data chiave, ormai, sarà quella del 24 ottobre, quando al Ministero dello Sviluppo Economico si farà chiarezza, è questo l'auspicio, sugli sviluppi degli interessamenti che si erano registrati per la reindustrializzazione del sito figlinese. Mentre il tempo scorre: il 31 dicembre, infatti, scadrà per tutti la Cassa integrazione reintrodotta per un anno, e l'azienda, in base all'accordo dell'ottobre 2018, ha già avviato le procedure di licenziamento collettivo e messa in mobilità. 

In questi giorni gruppi di lavoratori si sono ritrovati ancora fuori dai cancelli della Bekaert. Un modo per affrontare insieme l'attesa e per mantenere sempre alta l'attenzione nei confronti di una vertenza che, fin dall'inizio, ha visto l'intera comunità compatta a sostegno dei 318 dipendenti, una parte dei quali (circa un centinaio) ha nel frattempo trovato un nuovo lavoro oppure ha raggiunto il pensionamento. 

Intanto questa sera si parlerà ancora del caso Bekaert, nell'incontro pubblico voluto dal comune di Figline e Incisa: l’appuntamento è alle 21 al Cinema Nuovo di Figline, e interverranno le organizzazioni sindacali, la Sindaca Giulia Mugnai, il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, e i capigruppo del Consiglio Comunale di Figline e Incisa. Nell'elenco degli invitati, oltre al Ministro dello Sviluppo economico Patuanelli, ci sono anche tutti i sindaci della Città metropolitana di Firenze, i sindaci del Valdarno Fiorentino e Aretino, tutti i consiglieri regionali e tutti i consiglieri comunali di Figline e Incisa.

In queste ore è arrivata la conferma della presenza da parte dei  consiglieri regionali del Partito Democratico Fiammetta Capirossi e Simone Tartaro: "Non possiamo accettare che una realtà così fondamentale per il Valdarno scompaia con un colpo di spugna. Seguiamo questa vicenda dall’inizio insieme alla giunta regionale. La scorsa settimana in seconda commissione consiliare, presieduta dal collega Gianni Anselmi, abbiamo ascoltato i lavoratori. La nostra presenza stasera all’incontro di Figline testimonia ancora una volta la necessità di non arretrare di un millimetro a tutela dei lavoratori e di una realtà produttiva cruciale per l’economia del nostro territorio". 

Cronaca / Politica / Economia

 
comments powered by Disqus
Roberto Riviello
Controcorrente
Esce a gennaio il nuovo film di Checco Zalone, Tolo Tolo,...
Julian Carax
Un.Dici
Non è da tutti — almeno a queste latitudini — il privileg...