30.08.2019  23:24

Nuovo contratto con Trenitalia: il Comitato pendolari Valdarno direttissima sollecita la Regione

di Monica Campani
Il Comitato pendolari Valdarno direttissima sollecita la Regione Toscana per un incontro. La segreteria dell'assessore regionale Ceccarelli: "Non c'è nessuna firma imminente"


Nuovo contratto con Trenitalia: i Comitati Pendolari Valdarno Direttissima, Pendolari città di Arezzo e Pendolari Valdichiana sollecitano la Regione Toscana pr un incontro.

"A distanza di ormai un mese siamo ancora in attesa di una risposta alla richiesta di un incontro Regione con i comitati pendolari per un ultimo confronto nel merito del futuro contratto di servizio, prima della sua firma. L'assenza totale di segnali ci potrebbe indurre a temere il peggio: che la firma del contratto con Trenitalia sia estremamente vicina e che la Regione non sia più disponibile a verificare con i pendolari la loro sorte per i prossimi 15 anni in mano a Trenitalia. Al primo e unico incontro del 26 giugno avevamo già manifestato dubbi su alcune delle novità introdotte, proponendo alcune modifiche".

"Il 1 agosto avevamo scritto per non ritrovarci 'a cose già fatte', e poi costretti a fare polemiche su un contratto non condiviso. Visto che la Regione ha più volte riconosciuto che la linea aretina è quella più critica, sarebbe stato opportuno un incontro con almeno i comitati pendolari del Valdarno, di Arezzo e della Valdichiana, ma tutto tace dalla Regione. Anzi l'unico segno di risveglio di queste settimane è stata quello del comunicato di protesta dell'assessore Ceccarelli nei confronti del ministro Toninelli per la mancata risposta alla richiesta di incontro, comunicato inutile e fuori tempo vista che era già aperta la crisi di Governo. Vista l’apertura della Regione ai pendolari e associazioni con la pubblicazione dei report sulla puntualità dei treni, affinchè non rischi di essere solo di facciata, vogliamo la conferma a breve dell'incontro sul contratto di servizio, prima della sua firma".

La segreteria dell'assessore regionale Vincenzo Ceccarelli ha risposto: "L'attività in atto per giungere alla firma del prolungamento del contratto con Trenitalia sta riprendendo a pieno ritmo in questi giorni, ma non c'è nessuna firma imminente. Nessun problema a mettere in calendario un nuovo incontro, ma suggeriamo di aspettare al fine di disporre degli elementi necessari a rendere l'incontro utile e proficuo per tutti. In relazione alla lettera dell'assessore Ceccarelli, ci pare curiosa la valutazione secondo cui sarebbe fuori tempo massimo. Per quanto ci riguarda la crisi di Governo non influisce sull'attività della Regione. Dopo aver atteso inutilmente una risposta alla lettera nella quale si chiedeva l'incontro che avevamo concordato per le questioni di nostro e vostro interesse, anche alla luce di ulteriori incontri e segnalazioni avute da amministratori e utenti, con particolare riguardo al cambio orario di Giugno, abbiamo ritenuto di farci di nuovo portatori delle richieste e delle aspettative degli utenti. Se questo disturba i comitati dei pendolari è bene saperlo. Anzi sarebbe gradito che ogni comitato di pendolari si esprimesse su questa vicenda". 

 

 

Cronaca

 
comments powered by Disqus