15.01.2021  12:37

Nuovi finanziamenti per la promozione delle attività culturali e per i musei cittadini. Franchi: “Raggiunti risultati importanti"

di Monica Campani
Finanziato con 30mila euro, all’interno del Bando Sistemi Museali 2020, il progetto Musei digitali al servizio della città; dal MiBACT contributi per una monografia bilingue italiano-inglese sull’artista e stilista Cinzia Ruggeri (1942-2019), su cui Casa Masaccio ha ospitato dal settembre scorso la mostra “Cinzia Ruggeri …per non restare immobili”


commenti

Data della notizia:  15.01.2021  12:37

In artrivo a San Giovanni nuovi finanziamenti a sostegno delle attività museali, del processo di innovazione digitale intrapreso e delle iniziative culturali aperte alla cittadinanza promosse dai musei di San Giovanni Valdarno. L’assessore alla Cultura, Fabio Franchi, nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale ha fatto il punto.

“Nel reperimento di risorse a sostegno delle attività espositive e culturali abbiamo raggiunto nel corso dell’anno appena concluso risultati rilevanti, segnando un percorso su cui, anche nei prossimi mesi, continueremo a lavorare. Alle risorse ricevute nel corso del 2020 si aggiunge il finanziamento ottenuto per la realizzazione di una monografia bilingue italiano-inglese sull’artista e stilista Cinzia Ruggeri (1942-2019), su cui Casa Masaccio ha ospitato dal settembre scorso la mostra di Cinzia Ruggeri “…per non restare immobili” a cura di Rita Selvaggio – dichiara l’Assessore alla Cultura, Fabio Franchi - Il progetto, presentato dal MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma, curato da Luca Lo Pinto e di cui Casa Masaccio è partner culturale insieme al Goldsmiths CCA di Londra e al Kunstverein Langenhagen, è infatti arrivato secondo al bando Italian Council – il più importante bando di finanziamenti internazionale per la promozione della produzione, la conoscenza e la diffusione dell’arte contemporanea all’estero - ricevendo un finanziamento di 39mila euro. Un risultato di cui non possiamo che essere orgogliosi e che ci vede protagonisti non solo per il nostro partenariato ma per aver ospitato all’interno di Casa Masaccio la prima personale in assoluto di Cinzia Ruggeri in un’istituzione pubblica dopo la scomparsa dell’artista”.

“L’altro finanziamento di cui siamo stati protagonisti riguarda il Bando dei Sistemi Museali 2020, attraverso il quale il progetto “Musei digitali al servizio della città” è stato finanziato dalla Regione Toscana con 30mila euro: il finanziamento più alto data nell’ambito delle risorse destinate ai sistemi museali – continua l’Assessore Fabio Franchi -  Il Comune di San Giovanni – come sapete – è ente capofila del Sistema Museale del Valdarno Aretino: colgo qui l’occasione per ringraziare i direttori e gli enti titolari di tutti i musei che fanno parte del Sistema per il lavoro che hanno svolto per la predisposizione del progetto; un lavoro svolto con competenza, dedizione e passione, e che li ha visti – e ci ha visto – riunirci persino il 14 di agosto per limare gli ultimi aspetti del progetto ed approvarlo definitivamente per inviarlo alla Regione”.

L’assessore Fabio Franchi conclude“Ricordo, infine, un ulteriore risultato raggiunto sul fronte della promozione dei giovani artisti che con Casa Masaccio portiamo avanti ormai da anni. Giulio Saverio Rossi, giovane e talentuoso artista di cui avevamo esposto delle opere nell’ambito dell’edizione 2019 degli Studio Visit di Casa Masaccio, con il progetto di installazione pittorica “Il giardino di notte” presentato in partnership con Casa Masaccio è risultato tra i vincitori del bando Cantica21, lanciato congiuntamente da Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale e MiBACT, volto a promuovere e valorizzare l’arte contemporanea italiana, sostenendo la produzione di opere di artisti emergenti, per esporle negli Istituti di Cultura, nelle Ambasciate e nei Consolati. L’opera così prodotta, se da una parte sarà acquisita nella collezione di Casa Masaccio, dall’altra entrerà a far parte di una sorta di mostra “diffusa” che sarà ospitata nelle sedi diplomatico-consolari italiane di tutto il mondo, portando con sé anche il nome di Casa Masaccio. Un importante risultato, quindi, per Casa Masaccio: da un lato per l’obiettivo raggiunto nel sostegno alla creatività giovanile e all’emersione di giovani talenti nel campo dell’arte contemporanea; dall’altro lato per il positivo ritorno di immagine di cui indubbiamente il nostro museo beneficerà. Un risultato che è frutto del puntuale e continuativo lavoro svolto negli anni con competenza e attenzione dalla direzione di Casa Masaccio e dal pool di curatori che di volta in volta si sono succeduti nella realizzazione delle varie esposizioni. Risultati preziosi, che questa Amministrazione intende valorizzare e incrementare.”

 

 

 

Cultura

 
comments powered by Disqus