10.03.2018  08:00

Nidi e scuola dell'infanzia: Il Comune rimborsa le rette fino al 75%

di Monica Campani
Investiti 106mila euro: tra le novità anche aperture a Natale/Pasqua e centri estivi in agosto/settembre


commenti

Data della notizia:  10.03.2018  08:00

L'amministrazione comunale di Figline Incisa ha deciso di utilizzare 106mila euro di risorse statali per rimborsare alle famiglie con figli tra i 0 e 6 anni una parte delle tariffe di accesso ai nidi e alle scuole dell’infanzia paritarie. Previsto anche l'ampliamento dell’apertura dei nidi comunali in prossimità delle festività pasquali e natalizie (su richiesta dei genitori e con un’adesione minima di almeno il 40% di iscritti a ciascuno di essi) e potenziata l’offerta dei centri estivi per la fascia 3-6 anni (anche ad agosto e settembre).

Per quanto riguarda i rimborsi sono calcolati in termini percentuali sul primo semestre dell’anno 2018. Per i nidi comunali i rimborsi oscillano, in maniera proporzionale, tra il 5% e il 75%, a seconda della fascia Isee di appartenenza (le fasce Isee sono  11 e vanno dai 7.500 euro agli oltre 50mila euro). "Per le famiglie, quindi, significa riuscire ad ottenere fino a 4 mesi e mezzo di accesso gratuito ai nidi comunali o accreditati, nel caso di appartenenza alla quota “posti bambino” comunali. Gli altri iscritti ai nidi accreditati, invece, riceveranno un rimborso fisso pari al 5%, a prescindere dalla fascia Isee di appartenenza, che corrisponde al costo di circa una settimana di retta".

Anche gli utenti delle scuole dell’infanzia paritarie avranno accesso ad un contributo economico, pari a circa il 16% della retta del primo semestre e dedicato a tutti coloro che non superano i 30mila euro di Isee. A questa categoria di utenza spetta, quindi, il rimborso di quasi un’intera mensilità.

Per quanto riguarda i centri estivi l'amministrazione comunale sta lavorando per garantire due settimane in più di servizio rispetto alle 4 attuali, attivando nuove date ad agosto e settembre (per un totale di 6 settimane di servizio). L’apertura dei nidi durante le festività, invece, sarà garantita solo su richiesta dei genitori e con un’adesione minima del 40% di iscritti a ciascuna delle strutture comunali.

 

Sociale

 
comments powered by Disqus
ULTIME NOTIZIE
Roberto Riviello
Controcorrente
Secondo un sondaggio dell’emittente televisiva La7,...
Luca Franchi
Il Dottore delle Piante
A grande richiesta, e per la prima volta in assoluto, pro...