21.04.2012  18:59

Nella serata conclusiva ospite d'eccezione Gino Paoli. Premio Marzocco alla carriera al regista Tonino Valerii

di Monica Campani
Prima della serata conclusiva a Valdarno Cinema Fedic ospite d'eccezione è stato Gino Paoli. In sala è stato infatti proiettato il film - documentario 'Gino Paoli, un poeta amico' per la regia di Massimo Latini. Il premio Marzocco alla carriera, invece, verrà consegnato al regista Tonino Valerii

commenti

Leggi gli Speciali:  Valdarno Cinema Fedic 2012

Data della notizia:  21.04.2012  18:59

Ospite d'eccezione della serata conclusiva di Valdarno Cinema Fedic è stato Gino Paoli. Insieme al regista Massimo Latini ha assistito alla proiezione del film - documentario 'Gino Paoli: un poeta amico'.

Il film percorre le tappe fondamentali della vita e della carriera di Gino Paoli attraverso la testimonianza dello stesso artista ma anche di alcuni personaggi a lui vicini: amici di infanzia come l’architetto Renzo Piano e il filosofo Arnaldo Bagnasco, critici musicali come Ernesto Assante, Gino Castaldo, Red Ronnie e Massimo Bernardini, musicisti che con lui hanno collaborato come Lucio Dalla e Peppe Vessicchio, amici di vecchia data come Renzo Arbore e Gianni Borgna. Con la partecipazione della figlia Amanda Sandrelli. Il tutto impreziosito da immagini di repertorio delle sue più belle interpretazioni musicali.

Si scopre un Gino Paoli sconosciuto, divertente e scanzonato, che parla con estrema discrezione, del suo tentativo di suicidio e più apertamente di quello, purtroppo riuscito, del suo grande amico Luigi Tenco. Per chi assiste alla proiezione è anche un bellissimo viaggio nel passato attraverso le canzoni e le poesie più belle della storia della canzone italiana.

Altro ospite è stato Tonino Valerii al quale Marino Borgogni, presidente del comitato organizzatore di Valdarno Cinema Fedic, consegnerà il premio Marzocco 2012 alla carriera.

Valerii inizia la carriera con il film 'Tutto è musica' di Domenico Modugno. Nel 1964 Sergio Leone lo chiamò per fargli da assistente al film 'Per un pugno di dollari' e per 'Per qualche dollaro in più'. Come regista inizia la sua carriera due anni più tardi con il film 'Per il gusto di uccidere' e, due anni dopo, con 'I giorni dell’ira'. Nel ’73 dirige Terence Hill e Henry Fonda in 'Il mio nome è nessuno' che riscosse un enorme successo e che è un omaggio a Leone. Dell’85 è invece il film 'Senza scrupoli', e, tra gli altri si ricordano anche' La sporca insegna del coraggio', 'Shatterer', 'Una vacanza all’inferno'.  Dagli anni ’80 ha lavorato in televisione in produzioni come 'La Piovra2'.

Per questo ambito riconoscimento Valerii di è dimostrato visibilmente emozionato e riconoscente alla rassegna cinematografica.





Cultura

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
Che la senatrice a vita Liliana Segre debba andare in gir...