05.04.2017  10:30

Nasce Reggello Viva: “Un laboratorio di idee creato da giovani reggellesi”, in vista delle amministrative

di Eugenio Bini
Si scaldano i motori in vista delle prossime amministrative. Questo sabato alle ore 11 la presentazione nella sala della filarmonica di Reggello di un progetto civico. I promotori sono Jo Bartolozzi e l’ex consigliere comunale Saverio Galardi: “Necessario l’impegno delle nuove generazioni”


Si avvicinano le amministrative e anche a Reggello si iniziano a scaldare i motori. “Laboratorio Reggello viva”: è questo il nome del progetto politico che verrà presentato sabato mattina nella sala della Filarmonica a Reggello. Una nuova realtà civica, in vista delle prossime amministrative, ideata da un gruppo di giovani reggellesi ma che – assicurano i promotori - coinvolge cittadini di ogni età. 

“A Reggello sta accadendo qualcosa di eccezionale, completamente in controtendenza con il resto d’Italia: i giovani, anziché fuggire dal proprio territorio, hanno deciso di rimboccarsi le maniche ed essere promotori di un risveglio civico, per trovare delle soluzioni che permettano di creare nuove opportunità per tutte le generazioni”. Queste le parole di Jo Bartolozzi, 27 anni, giovane imprenditore e laureando in Studi Internazionali, il promotore del progetto: “E’ necessario un impegno attivo delle nuove generazioni per salvare il proprio Comune”.

“Dopo aver visto varie realtà nel mondo, mi sono reso conto quanto ricco di risorse sia il comune di Reggello – prosegue Saverio Galardi, 25enne che è già stato consigliere comunale e metropolitano - Abbiamo l’onore e il dovere di sfruttarle, per creare un progetto a lungo termine, necessario alla salvaguardia del futuro di questo territorio e non essere obbligati a fuggire in futuro. Non abbiamo altro tempo: dobbiamo iniziare subito”.

“La necessità di un progetto è nata dalla semplice ma coscienziosa domanda: possiamo considerare la Reggello del 2017 un posto che ci permette di vivere, crescere una famiglia ed invecchiare? Ci rendiamo conto ogni giorno come non sia così: crisi aziendali, un centro storico desertificato, frazioni ridotte a dormitori, servizi sempre più lontani dalle esigenze dei cittadini ed un territorio straordinario sempre più abbandonato. « Reggello è morta », chi non ha sentito dire questa frase in giro per il Comune? Ecco, noi abbiamo deciso di rimboccarci le maniche per urlare finalmente che Reggello è viva. Ma le persone devono impegnarsi direttamente per salvarla. Le potenzialità questo territorio ce l’ha tutte. Esistono soluzioni semplici e a basso costo, perfino a costo zero per il turismo, per migliorare i servizi, rendere valore ad aree depresse, affrontare crisi come quella dei migranti” prosegue Bartolozzi: “Siamo in contatto con queste realtà innovatrici e vogliamo trasporle qua da noi. Il nostro obiettivo è aumentare il benessere e la qualità della vita di tutti, sfruttando soluzioni geniali, già adottate altrove e risultate vincenti”.

 “Un progetto ambizioso sul quale siamo determinati e che presenteremo questo sabato alle ore 11 alla Filarmonica di Reggello. Vogliamo incidere nelle prossime elezioni amministrative di Reggello ed inaugurare un nuovo corso nell’amministrazione di questo territorio”. In concomitanza della presentazione verrà lanciata anche la pagina facebook.

 

Politica / Comunicati Stampa

 
comments powered by Disqus