27.04.2018  15:20

Mozione per i pendolari, passa quella di maggioranza. Respinto il documento M5S, Grandis: "Perplesso"

di Glenda Venturini
Il consigliere pentastellato commenta l'esito della discussione in Consiglio: "Non hanno votato la mia perché troppo dura nei confronti della Regione. Ma i problemi ci sono ancora, per i pendolari". Grandis ha votato a favore anche all'altra mozione della maggioranza


commenti

Data della notizia:  27.04.2018  15:20

Doppia mozione nell'ultimo Consiglio comunale di Reggello, sul tema dei pendolari e dei disagi per il trasporto regionale su ferro: da una parte il documento di maggioranza, poi approvato con tutti voti favorevoli e due astenuti; dall'altra parte quello del Movimento 5 Stelle, respinto con i voti favorevoli delle opposizioni. Un tema che era già stato al centro del dibattito politico a Reggello e in Valdarno fiorentino, quello delle misure a sostegno dei pendolari. 

"Credo sia giusto che i pendolari siano messi al corrente - commenta oggi Roberto Grandis, consigliere M5S - che la nostra mozione è stata bocciata perché ritenuta lesiva nei confronti dell’operato dell’assessore Ceccarelli e della Regione, cosa che lascia perplesso me come i rappresentanti delle opposizioni presenti in consiglio, che tra l'altro ringrazio per il voto favorevole".

"Il nostro documento - ricorda il consigliere pentastellato - chiedeva al comune, insieme alle altre amministrazioni, di farsi parte attiva con la Regione, per richiamarla a una azione più attenta e incisiva sul trasporto ferroviario che interessa l'intero Valdarno; ma anche garanzie per l'uso regolare della Direttissima, e la richiesta ad Rfi di non ricorrere alla pratica degli 'inchini' ai treni dell’Alta Velocità, se i regionali sono in orario". 

"Queste sono le richieste della mozione, che è stata considerata aggressiva nei confronti dell’operato della Regione, poiché non avrebbe sottolineato gli investimenti e l’impegno dell’assessore Ceccarelli, che si prodiga nell’ascoltare le istanze dei pendolari avendoli ricevuti più volte. Sono rimasto perplesso dall'atteggiamento della maggioranza".

"Nella mia presentazione - ha aggiunto Grandis - ho esposto come ben tre mozioni simili a quella della maggioranza non hanno sortito finora nessun effetto sugli inchini e i ritardi: tutto questo non è servito a niente, la maggioranza ha deciso di andare avanto con la propria mozione che comunque anche io ho votato, perché l'interesse primario a mio avviso deve essere sempre la tutela dei pendolari. Il segnale ad ogni modo è chiaro da tempo - conclude Grandis - il Pd è un partito autoreferenziale che continua a sentirsi sopra le parti". 

 

Politica

 
comments powered by Disqus
Arbër Agalliu Aga
Paroleincrociate
“Non si può elogiare uno spietato assassino come Mi...
Roberto Riviello
Controcorrente
In Italia la lista degli sponsor dell’accoglienza s...
Julian Carax
Un.Dici
#LAStories Vol 5 : una settimana a Los Angeles, la raccol...