07.02.2014  18:00

Mozione in consiglio sul depotenziamento dell'ospedale del Valdarno: approvazione all'unanimità

di Federica Crini
La mozione presentata ieri dai consiglieri Bucci e Bucciarelli in consiglio comunale è stata approvata all'unanimità: richiede l'impegno da parte dei cittadini e soprattutto del sindaco di evitare un ulteriore indebolimento dell'ospedale della Gruccia, dopo le ultime notizie sullo spostamento dell'anatomia patologica


commenti

Data della notizia:  07.02.2014  18:00

Ieri pomeriggio è stata approvata all’unanimità in consiglio comunale a Montevarchi la mozione presentata dai due consiglieri di Prima Montevarchi Luciano Bucci e Cristina Bucciarelli sul depotenziamento dell’ospedale del Valdarno. Un tema caldo tornato alla ribalta la settimana scorsa, quando la Asl ha confermato l’accorpamento dell’anatomia patologica con l’ospedale di Arezzo.
 
Una mozione che si rivolge sia al sindaco, sia ai cittadini per opporsi fermamente a questa decisione “inaccettabile, anacronistica e penalizzante scelta che depotenziata il plesso ospedaliero di un comprensorio come quello valdarnese, con una popolazione di 100.000 abitanti, crocevia delle più importanti reti infrastrutturali regionali e nazionali e con un territorio complesso”, si legge nel testo della mozione.
 
Bucci e Bucciarelli esortano anche il consiglio a non piegarsi a “simili scelte che, peraltro, tradiscono tutte le promesse ed i presupposti con i quali nel 2002 si concretizzò l'apertura di quello che doveva essere l'ospedale del Valdarno e che, al contrario, stante i risultati sortiti da decenni di politica sanitaria locale da dimenticare, costringe i pazienti valdarnesi a recarsi sempre più massivamente ad Arezzo e fuori provincia, per trovare risposte medico-diagnostiche”.
 
Un documento che ha comportato un lungo dibattito anche durante il consiglio comunale. È stato richiesto al sindaco l’impegno a farsi portavoce e promotore di una forte presa di posizione per scongiurare tale progetto, in particolare nella Conferenza dei sindaci, a convocare una confernza dei capigruppo con la direzione della Asl8 e dell’ospedale della Gruccia per chiedere chiarimenti sulle risorse a disposizione per la sanità valdarnese. Il sindaco Grasso, al termine della discussione, ha spiegato che è già stata inoltrata la richiesta di sospensione del trasferimento e l’importanza di operare insieme per mantenere i servizi per il cittadino, all’interno della politica sanitaria del Valdarno.
 

Cronaca / Politica / Sociale

 
comments powered by Disqus