03.05.2016  22:18

Mobilitazione nazionale contro il gioco d'azzardo, aderisce anche #ValdarnoNoSlot

di Glenda Venturini
La campagna #slotmob lancia la campagna nazionale che si svolgerà il 7 maggio 2016 in contemporanea in oltre 50 città in tutta Italia, nei bar senza slot machines. Partecipa anche il Valdarno, con una iniziativa a San Giovanni


Anche il Valdarno parteciperà sabato 7 maggio alla giornata nazionale di mobilitazione lanciata dal movimento SlotMob in tutta Italia: sono più di cinquanta le iniziative organizzate, e il gruppo #ValdarnoNoSLot aderirà con un evento che si terrà dalle ore 16 nella sala lettura del Caffè Letterario Pasticceria Semplici in Corso Italia a San Giovanni.

Il gruppo #ValdarnoNoSlot è stato protagonista, nei mesi scorsi, di una campagna che ha mobilitato prima di tutto i consigli comunali di tutto il Valdarno, con un documento che punta a contrastare la diffusione delle sale da gioco, assicurare campagne di prevenzione nelle scuole, e investire sulla cura delle ludopatie. "Ma ora vogliamo confrontarci anche con le persone - spiegano i promotori - ed è per questo che abbiamo deciso di aderire a questa iniziativa che vuole avviare un serio dibattito culturale e politico in grado di affrontare l’incentivazione ossessiva dell’azzardo".

All'evento di sabato saranno presenti i ragazzi dell'Istituto comprensivo Masaccio di San Giovanni con i loro genitori ai quali, grazie al contributo del Ser.T, sarano illustrate le problematiche legate al gioco d'azzardo ed alle ludopatie; la lezione sarà seguita da un gioco-quiz "Per un pugno di Euro". Aderiranno all'iniziativa il Coordinamento di Libera Valdarno e Arci Valdarno. 

In contemporanea, in Italia, in più di cinquanta città e comuni si terranno eventi collettivi di cittadinanza responsabile e attiva, mirati a lanciare il Manifesto che chiede di ridiscutere la concessione nella gestione dell’azzardo alle società multinazionali o che comunque ne fanno profitto, e a premiare pubblicamente i titolari dei bar che non accettano di vendere i prodotti dell’azzardo. Una lettera sarà inviata al presidente della Repubblica Sergio Mattarella come garante e custode della Costituzione.

Economia / Sociale

 
comments powered by Disqus