06.09.2016  11:34

Meningite: conto alla rovescia per la campagna straordinaria di vaccinazione. Appello delle Asl

di Glenda Venturini
Scadono il 30 settembre le misure straordinarie adottate dalla Regione Toscana. Comprendono vaccini gratuiti per tutti in Asl Centro (Valdarno fiorentino); fino ai 45 anni in Asl Sud Est (Valdarno aretino). Poi dal 1 ottobre si torna al regime ordinario. L'invito delle Aziende sanitarie a vaccinarsi


commenti

Leggi gli Speciali:  Meningite, l'emergenza in Toscana

Data della notizia:  06.09.2016  11:34

Scadono fra meno di un mese, il 30 settembre, le misure straordinarie per il contrasto alla diffusione del meningococco in Toscana: la campagna di vaccinazione lanciata dalla Regione con ampie fasce di gratuità, volge dunque al termine. E le Aziende sanitarie tornano a fare appello affinché quanti più cittadini provvedano alla vaccinazione, approfittando proprio dei costi abbattuti a carico del paziente. 

COSA CAMBIA DAL 1 OTTOBRE

Fatti salvi eventuali nuovi provvedimenti, il 30 settembre finirà la campagna straordinaria della Regione contro il meningococco C. Soltanto fino a quella data, dunque, sono ancora in vigore questi provvedimenti:

- Vaccino gratuito alle persone di età tra 20 e 45 anni residenti nella Asl Toscana Sud Est (Valdarno aretino);

- Vaccino con compartecipazione alla spesa (pari a 24,09 euro) alle persone con più di 45 anni di età (e con meno di 11 anni, se non già vaccinati), nella Asl Toscana Sud Est (Valdarno aretino);

- Vaccino gratuito per tutte le fasce di età per i residenti dell'area dell'Asl Toscana Centro (Valdarno fiorentino).

Queste opportunità scadranno il 30 settembre. 

COSA RESTA DAL 1 OTTOBRE

La vaccinazione contro il meningococco C, come da calendario vaccinale, è sempre offerta gratuitamente:

- ai nuovi nati (13° mese di vita) secondo le modalità indicate nel calendario regionale;

- a tutti i ragazzi di età tra 11 e 20 anni, non vaccinati in precedenza o già vaccinati nell'infanzia (in tal caso scatta il richiamo).Ogni Azienda ha definito le modalità per offrire attivamente la vaccinazione, cioè a chiamata diretta, tramite scuola o altro.

COME VACCINARSI

In prima istanza, è necessario rivolgersi al proprio medico di famiglia o pediatra: se ha aderito alla campagna vaccinale, sarà lui a somministrare il vaccino. In secondo luogo, sono a disposizione gli ambulatori della Asl di competenza. Tutti i contatti sono reperibili sul sito della Regione Toscana nell'apposita sezione

LA SITUAZIONE IN TOSCANA

Il punto sui casi di contagio in Toscana risale al 16 agosto scorso: nel 2016 i casi registrati sono  29, di cui 21 di tipo C e 5 di tipo B, 3 di altro tipo.

 

Sociale

 
comments powered by Disqus