30.11.2017  14:46

Manifestazione dei lavoratori della Memar davanti a Ubi. Incertezze sul futuro anche per tre valdarnesi

di Glenda Venturini
Sono 32 i dipendenti dell'azienda che lavoravano per Banca Etruria: ora con il passaggio a Ubi per 8 di loro è stato disposto il trasferimento a Roma, mentre per gli altri 24 non ci sono certezze. Tre i dipendenti valdarnesi del gruppo


commenti

Data della notizia:  30.11.2017  14:46

Hanno manifestato questa mattina ad Arezzo, davanti alla sede Ubi di via Calamandrei, i dipendenti di Memar, l'azienda esterna che per conto di Banca Etruria si occupava fino ad oggi di data management e destione elettronica di dati e documenti.

Ieri a 8 di loro, impegnati nell’attività di call center, è giunta una lettera con la quale la Memar annuncia il trasferimento nella sede di Roma. Per gli altri 24 lavoratori non ci sono certezze. Sono tre i valdarnesi dipendenti del gruppo Memar. 

I sindacati di categoria Filcams Cgil e Fisascat Cisl stanno tentando di avere un incontro anche con la Direzione Ubi per sollecitare il rinnovo delle convenzioni in scadenza a fine anno e che legavano Memar e Banca Etruria garantendo l’occupazione di 32 persone.

 

Cronaca / Economia

 
comments powered by Disqus
METEO & WEBCAM
OGGI
sole e caldo
min: 19° * max: 33°
B
DOMANI
sole e caldo
min: 18° * max: 32°
B
DOPODOMANI
poco nuvoloso
min: 18° * max: 31°
H
Julian Carax
Un.Dici
“Ti racconto una storia: il volo dell’Aquila” è una trasm...