28.02.2018  19:13

Maltempo, Rfi attiva il Piano neve: sulla linea Arezzo-Firenze garantito il 60% dei treni

di Glenda Venturini
Nel pomeriggio il Governatore della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha scritto all'Amministratore delegato di Ferrovie per chiedere quali provvedimenti siano previsti con il codice arancione per neve. Rfi fa sapere che renderà operativo dalla serata di oggi il Piano neve e gelo


(foto dalla pagina facebook del Comitato dei pendolari)

Scatta il Piano neve sulla rete ferroviaria toscana. Nel pomeriggio, alla luce del codice arancione emesso dalla Protezione civile su metà del territorio regionale, era stato il Presidente Enrico Rossi a scrivere all'amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Mazzoncini chiedendo se Fs si fosse dotata di un piano antineve per gli snodi ferroviari di tutte le aree urbane della Toscana, e quali misure fossero state adottate per l'evento previsto per la giornata di giovedì, per evitare nuovi disagi alla rete e ai cittadini toscani.

E la risposta di Rfi è arrivata con un comunicato in cui si annunciano le misure previste per giovedì 1 marzo. "A seguito dell’Allerta Arancione per neve in tutta la regione, emessa dalla Protezione Civile, valida per la giornata di giovedì 1 marzo, Rete Ferroviaria Italiana renderà operativo dalla serata di oggi il Piano neve e gelo, con una previsione di riduzione dell’offerta dei servizi ferroviari regionali per tutta la giornata di domani 1 marzo".

Fra le azioni previste dal Piano, anche la riprogrammazione dell’offerta commerciale dei treni regionali, che sarà ridotta complessivamente di circa il 50% in relazione all’infrastruttura disponibile con questo livello di emergenza. Previsti nello specifico:

- linea Firenze-Arezzo-Chiusi-Roma: oltre il 60% dei treni programmati (QUI I TRENI GARANTITI);
linea Firenze-Borgo San Lorenzo via Pontassieve: circa il 45% dei treni programmati;
- linea Firenze-Borgo San Lorenzo via Vaglia: circa il 40% dei treni programmati; nella tratta Marradi-Faenza il servizio sarà effettuato con bus;
- linea Firenze-Pisa-Livorno: circa il 50% dei treni programmati;
- linea Firenze-Empoli: i treni non effettueranno la fermata di Signa ma solo quella di Lastra a Signa;
- linea Firenze-Pistoia-Lucca-Viareggio: effettuato circa il 60% dei treni programmati;
- linea Firenze-Siena: circa il 45% dei treni programmati;
- linea Pisa-Grosseto-Roma: circa il 60% dei treni programmati;
- linea Pisa-Lucca-Aulla: circa il 40% dei treni programmati;
- linea Pisa-La Spezia: circa il 45% dei treni programmati;
- linea Prato-Bologna: oltre il 60% dei treni programmati;
- linea Pistoia-Porretta: il 100% dei treni programmati;
- linea Siena-Chiusi: infrastruttura non disponibile, il servizio sarà effettuato con bus;
- linea La Spezia-Pontremoli: circa il 60% dei treni programmati;
- linea Siena-Grosseto: servizio ferroviario tra Siena e Buonconvento; tra Buonconvento e Grosseto il servizio sarà effettuato con bus;
- Cecina-Saline Volterra: infrastruttura non disponibile; il servizio sarà effettuato con bus;
- Campiglia-Piombino: infrastruttura non disponibile; il servizio sarà effettuato con bus.

Ulteriori bus saranno operativi a partire dalle 5.00 in diverse località per ogni necessità che dovesse sorgere. Sull’Alta velocità confermato invece l’80% dei collegamenti. Potenziato il presidio di assistenza ed informazioni. Il Gruppo FS Italiane invita i viaggiatori ad informarsi sulla situazione traffico ferroviario prima di mettersi in viaggio, anche attraverso i canali di informazione del Gruppo FS Italiane: FSnews.it e su Twitter l’account @FSnews_it.

Cronaca

 
comments powered by Disqus