05.09.2017  16:45

Lista Sì Toscana a Sinistra di Pergine: "Attenzione alla progressiva perdita di servizi alla cittadinanza"

di Federica Crini
La lista interviene con un comunicato sul trasferimento dell'architetto a disposizione dell'organico comunale, affinché sia scongiurata la scomparsa di tutti i servizi specifici dal territorio di Pergine


commenti

Data della notizia:  05.09.2017  16:45

"Adesso la Giunta di Pergine concede il nulla-osta al trasferimento presso un'altra amministrazione dell'unico architetto presente nella dotazione organica del Comune". A parlarne la lista Sì Toscana a Sinistra di Pergine, contestando la progressiva perdita di servizi per i cittadini.

Tutto questo, sottolinea il comunicato, avviene "dopo la cessazione del servizio pubblico di odontoiatria presso il distretto socio sanitario di Montalto, avvenuta il 28 marzo scorso con un comunicato affisso solo 11 giorni prima all'ingresso dello stabile; dopo la chiusura dello sportello bancario del Mps nella medesima frazione sempre ad inizio 2017 (con la perla finale del blitz con il quale il 17 luglio è stato "prelevato" anche il bancomat senza il minimo preavviso per gli utenti rimasti sbigottiti); dopo che qualche anno fa è stata chiusa la storica, bella e funzionale scuola elementare ancora a Montalto".

La lista sottolinea che il trasferimento dell'architetto avviene in un momento in cui stanno per iniziare le procedure propedeutiche alla realizzazione della rotatoria lungo la Statale 69 al bivio verso Montalto e Laterina, grazie ad un cofinanziamento regionale. "Un lavoro che giungerà alla concretizzazione sempre troppo tardi rispetto alla sua straordinaria necessità denunciata da molto tempo: si ricorda, a tal proposito anche un'interrogazione consiliare dell'ottobre 2009, con la quale tutta l'opposizione dell'epoca chiedeva all'amministrazione a guida sempre PD di attivarsi rapidamente con la Provincia di Arezzo affinché mettesse in cantiere, nel proprio Programma di Opere Pubbliche, appunto tale rotatoria, visto l'ennesimo incidente nel quale perse la vita un motociclista scontratosi con una jeep".

"E' giusto, ovviamente, che si venga incontro ad un dipendente che manifesta la volontà di cambiare ente: il punto è che va immediatamente sostituito, senza soluzione di continuità e con persona di equivalente alta capacità professionale e competenza tecnica, utile per essere subito operativa", prosegue la nota.

"In ultimo, ma non per  gravità, giungono voci dalla ASL del Valdarno – che speriamo rimangano tali – sull'eventuale cessazione anche dell'ultima specialistica presente presso il distretto socio sanitario sempre di Montalto, quella oculistica. Non vorremmo che alla fine ci svegliassimo una mattina senza neanche più i binari della stazione di Laterina, portati via nottetempo perché "ce lo chiede l'Europa" (di tagliare le spese)".

 

Politica

 
comments powered by Disqus